Circolo Giovanile San Luigi IX

Circolo del Movimento politico cattolico Militia Christi

Dalla Fede le opere

 

Aggiornamento video youtube e comunicato 26.10.2012:

http://youtu.be/uDO3kVOvdpQ

Comunicato-Stampa   Roma, 26 Ottobre 2012

Il Movimento Politico cattolico Militia Christi – congiuntamente al Principe Sforza Ruspoli (Promotore della lista civica “Alternativa ai partiti”) e agli amici del “Centro di azione agraria” – in occasione del 1700esimo anniversario dell’apparizione della Santa Croce a Costantino presso Ponte Milvio, a Roma,  nella cornice dell’Anno della Fede  e nell’attuale clima di opposizione al governo Monti, ha organizzato una “tre giorni” di iniziative.

– Sabato 27 Ottobre: fiaccolata su Ponte Milvio dalle h. 18.30 (aperta alla partecipazione popolare, di gruppi ed associazioni)

– Domenica 28 Ottobre: Santa Messa (nella festa tradizionale di Cristo Re) nella Chiesa di San Giuseppe a Capo le Case, in Via Capo le Case, a Roma E a conclusione:

– Lunedì 30 Ottobre: conferenza al teatro “Capranichetta” a Roma, con a seguire sit-in davanti Piazza Monte Citorio.

L’iniziativa va ascritta nel più ampio contesto di crisi che sta attraversando il Paese, come testimonianza, risposta concreta e progetto d’intenti per costruire ed unire tutte le forze buone in chiave alternativa al Governo Monti e all’attuale sistema partitico, giunto, una volta per tutte, al suo capolinea. In quest’ottica celebrativa ed insieme propositiva, e per ribadire ancora una volta la dimensione pubblica della Fede,  verranno oltremodo esposti progetti, proposte e contenuti per una nuova rappresentanza cristiana, alternativa all’attuale dittatura della finanza.

La regale dignità di nostro Signore come rende in qualche modo sacra l’autorità umana dei principi e dei capi di Stato, così nobilita i doveri dei cittadini e la loro obbedienza.”

Con queste parole tratte dalla Quas Primas intendiamo illustrare tre avvenimenti importanti che si uniscono in un’unica ricorrenza:

1) 1700 anni fa la Provvidenziale Visione e Vittoria di Costantino poneva le basi della Civiltà cristiana dell’Amore

2) Nel mese di Ottobre di quest’anno il Papa ha inaugurato l’anno della Fede per la nuova Evangelizzazione, per riportare l’Europa a quella Croce che ne ha segnato la nascita

3) il giorno della Vittoria di Ponte Milvio quest’anno coincide con la Festa liturgica nella forma straodinaria di Cristo Re

Questi avvenimenti saranno onorati da Militia Christi attraverso tre giorni di iniziative che inizieranno i Vespri della battaglia del 312 d.C. con una fiaccolata a Ponte Milvio, continueranno con la celebrazione liturgica della festa di Cristo re con uno spediale ricordo degli avvenimenti passati e di quelli che si compiranno sulla medesima strada e infine una conferenza politica seguita da una manifestazione a Montecitorio.

Crediamo che l’impegno politico che ci apprestiamo a portare avanti in una società vittima delle leggi di mercato che strangolano gli uomini ormai dimentichi delle leggi di Dio, non possa prescindere da una seria presa di coscienza delle nostre radici e dalla promozione della dottrina sociale cattolica.

Ieri come oggi pochi uomini animati da una grande Fede possono fare la differenza, con l’aiuto di Dio.

26 commenti su “Dalla Fede le opere

  1. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 17, 2012

    Per quelli che dovrebbero preoccuparsi solo dell’altro mondo vi date da fare per cambiare questi, bravi! Comunque alcuni punti sono condivisibili, altri sono insensati.
    Sarei quasi tentato da darvi il voto, se solo non foste persone che credono in animali parlanti.

    • San Luigi
      ottobre 18, 2012

      vedi che un pò di preguidizi saltano?
      Mi ineresserebbe sapere i punti insensati.
      Ricordati che tutto il nostro programma al di là di come tu lo possa considerare, ha una coerenza intrinseca che nessun’altro mai avrà. Il cristianesimo lo sai è prendere tutto, anche gli animali parlanti, che poi è una bella definizione di uomo.

  2. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 18, 2012

    I punti insensati sono :
    -Per la famiglia NATURALE, come se la famiglia in sè fosse naturale.
    -Per la VITA , è insensato perchè non è chiaro. E soprattutto non vedo come qualcuno potrebbe essere contro.
    -Per una società libera del giogo delle banche, non è propositvo, perciò è insensato, cioè voi non proponete un altro sistema, vi limitate a dire che non volete questo.
    Comunque “Ciascuno rimanga nella condizione in cui era quando fu chiamato. Sei stato chiamato da schiavo? Non ti preoccupare; ma anche se puoi diventare libero, profitta piuttosto della tua condizione! Perché lo schiavo che è stato chiamato nel Signore, è un liberto affrancato del Signore!”
    Perchè dovreste mettervi a cambiare le cose qui?

    P.s. La manifestazione del 27 ottobre è autorizzata?

  3. San Luigi
    ottobre 18, 2012

    Ogni persona può contribuire nella sua posizione, migliorarsi non significa fare tutti le stesse cose, ma fare ognuno il proprio al meglio.
    1) la precisazione di naturale è ovviamente pleonastica, di famiglia ce n’è una sola, ma naturale l’unione complementare che è anche fisica-biologica e ciò che favorisce la generazione, è chiaro che riguardo l’uomo natiurale ha un significato più alto che per gli animali
    2) dici che è troppo generale e che tutti sono d’accordo. In realtà a parole, metterlo su un programma e applicarlo così capillarmente (altro che troppo generale, l’applicazione pur se di buon senso è multiforme) come facciamo noi siamo gli unici, ti assicuro.
    3)ma sì che è propositivo un’economia libera è propositivo, solo che noi non omettiamo di dire cosa è che mortifica la nostra economia, ossia “il giogo delle banche”. In questo senso abbiamo già indicato una direzione per un’azione propositiva, cioè far sviluppare la nostra economia senza lacci e laccetti di tasse che come sappiamo servono a fronteggiare un debito (anzi gli interessi) che noi abbiamo con le banche a cui noi prestiamo i soldi per farceli riprestare. E’assurdo, ma è così.
    Comunque se ti interessa puoi venire a sentirci (conferenza e manifestazione tutto autorizzato, non è la prima che facciamo) sei il benvenuto, la nostra proposta è aperta a tutte le persone di buona volontà per tutti i passi che vorranno compiere con noi. La nostra identità non è un mistero, quindi niente giochetti e poi non ci mangiamo i bambini.
    Saluti

  4. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 19, 2012

    La precisazione di naturale per voi è quella madre-padre +k figli. Essa però non è “naturale”, nel senso che nessuna sovrastruttura sociale è naturale di per sè. Il punto è che io credo che voi facciate uso di un termine forviante come naturale ponendovi in cattedra per dire agli altri ciò che è giusto e cosa è sbagliato.
    2)Infatti il problema è che dietro a questo voi nascondete altre cose. Voi nascondete l’essere contro l’aborto, contro l’eutanasia e altre cose valutando la “vita” solo nell’accezione e nei termini che piacciono a voi.
    3)L’economia libera è lo stesso ideale proposto dai capitalisti, il problema è che ciò è un’illusione. Comunque il sistema del debito pubblico serve soltanto per garantire i servizi del welfare, se solo non fosse malato ciò non sarebbe un sistema sbagliato, il problema sono le persone che vogliono specularci sopra. E comunque continuo a sostenere che ad oggi se aveste in mano il potere economico non avendo liquidi non potreste comunque far nulla, se non dichiarare bancarotta e ricominciare da 0 (cosa che io non disdegnerei).
    Ci mancherebbe che io non potessi venire, mi pare scontato, però non avrei il gusto di chiamare la polizia per segnalare una manifestazione abusiva 😦 D’altra parte non escludo di venire, anche se dovrò imbottirmi di calmanti perchè so già che si tratterà di una conferenza frontale in cui si parte da presupposti indimostrati che minano alle basi tutto ciò che ne consegue, come al solito.
    Ma se c’è una cosa sicura è che con voi non intendo fare nessun passo, e non c’è nulla di personale, ma anche se possiamo avere delle idee comuni, come alcuni punti della vostra lista, li abbiamo per motivazioni completamente differenti e dopo un processo totalmente differente. Io non riesco a stimare i cattolici, per quanto ci provi.

    • daouda
      ottobre 20, 2012

      Preciso che il termine naturale và inteso come LEGITTIMO, altrimenti si riapre una querelle inutile e noiosa su cosa sia naturale e quindi su cosa significhi tale termine.

      • Maledettoilvostr'odio
        ottobre 21, 2012

        Daouda è come precisare che “insieme” sia inteso come “collezione”. Legittimo come al solito a me non dice niente.
        legittimo
        [le-gìt-ti-mo]
        agg.
        1 Che ha le qualità richieste dalla legge: matrimonio l.; erede l.
        ‖ Che è valido per legge: interesse l.; successore l.
        ‖ Figlio legittimo,

        Questo significa legittimo. Vai, ora sviolina la vagonata di parole vuote daouda..
        Famiglia legittima significa la famiglia che è valida per legge. Il che ha poche implicazioni.

      • daouda
        ottobre 22, 2012

        Perfetto. Qui volevo giungere infatti. Può una legge essere sbagliata sul piano dei principi? No , ergo quelle che sono cattive leggi in realtà non lo sono proprio ma ne sono una parodia, anzi sono crimini e fomentatrici di crimini.
        Si prenda allora naturale come contrario di criminale.

  5. San Luigi
    ottobre 21, 2012

    Preciso solo che la famiglia non è una sovrastruttura, ma è la prima forma di socialità, naturale, dell’uomo. Famiglie ci sono state sempre da quando l’uomo è uomo e il suo nucleo è sempre stato uomo-donna con (o senza) bambini.
    Non capisco cosa ci sia di difficile, partendo dal fatto che ciò si rispecchia nelle specie animali, ho già detto che naturale per l’uomo va inteso in senso più alto perchè l’uomo è un essere razionale e spirituale ed inoltre è sociale, quindi le forme di socialità (la più spontanea di tutte, la famiglia, sicuramente)sono naturali. Per quanto riguarda la vita nessun mistero siamo contro aborto e eutanasia (e lo scriviamo sempre) per questo a buon diritto ci possiamo definire per la vita.
    Sull’economia non sono d’accordo che serva al welfare e l’Italia è l’esempio più lampante, aumentano le tasse diminuiscono i servizi, no solo per l’elefantiaco apparato burocratico statale, ma anche per la dinamica che ti ho illustrato prima.
    E certo che c’è chi ci specula, dalle amministrazioni alle banche ai politici.
    Noi non volgiamo la stima di nessuno comunque ci basta svegliare un pò la gente per portare avanti il bene comune.

  6. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 21, 2012

    La famiglia non è una sovrastruttura se intese come unione di persone, ma in tutto questo il matrimonio non c’entra. Io parlavo di famiglia intesa dal vostro punto di vista, quella pseudo felice con donna e uomo sposati.
    Non vedo cosa significhi “senso più alto” , mah , per me la famiglia è una boiata, le persone che vogliono dovrebbero convivere e condividere ciò che vogliono, sesso compreso, e in tutto questo il matrimonio non ha posto.

    Beh allora l’aborto salva delle vite , nel caso sia terapeutico, oppure risparmia atroci sofferenze in altri, e solo in un caso, cioè nell’interruzione di gravidanza per mancanza di denaro ecc. previene che un bambino non voluto nasca. Nella maggior parte dei casi anche l’aborto è a favore della vita. Certo, se voi mettete davanti alla vita di una madre un gruppo di cellule che non ha ancora sistema nervoso e co. , bisogna vedere le priorità della vita. Ma torniamo sempre al solito discorso.
    In Italia anche se male un minimo di welfare esiste, certo, non manteniamo nessuno a scrocco come i preti, però qualcosa esiste. E poi in Italia il sistema è malato, questo è ovvio. Io parlo in linea di principio.
    Beh, sempre perchè voi avete la presunzione di conoscere il bene comune, ma non ve lo devo dire io che siete liberi di fare ciò che volete.
    Il problema sta nel fatto che voi vorreste imporre le vostre idee che derivano dal vostro credo a tutti, e questo è sbagliato oggettivamente.

    • San Luigi
      ottobre 21, 2012

      Anche tu sei un gruppo di cellule e da quello che scrivi manco organizzate troppo bene. L’aborto salva delle vite? (pappapparapapappapappapara!!!)
      Pensa se si impongono le idee di chi è omicida invece!
      Per quanto riguarda il discorso sulla famiglia sospettando una tua profonda delusione personale non voglio insistere, ma a pensarla così sarai condannato all’infelicità.

  7. Satiricus
    ottobre 21, 2012

    Ringrazio Maledettoilvostrodio (ho bestemmiato?) perché mi offre un compendio di luoghi comuni anti-cristiani ormai purtroppo difficili da reperire, causa l’indifferenza generale. Ossequi.

    • San Luigi
      ottobre 21, 2012

      No lui ha specificato che trattasi di odio che lui maledice, la verve che ci mette è tutta da premiare, in effetti, si vede che ogni tanto ha bisogno un pò di aria fresca dopo quella fritta dell’Uaar e viene quì a rigenerarsi, buttando su di noi l’anidride carbonica dei luoghi comuni che gli offrono quelli là, io però lo considero meglio dell’uaarino medio, perchè prova a dirle anche a noi quelle cose che loro si dicono come in una setta.

  8. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 21, 2012

    Non c’è di che. Comunque non ti rende intelligente accusare gli altri senza nemmeno conoscere. Luoghi comuni? Argomenta ciò che dici.
    Non amo sostenere dialoghi con persone scorrette come te, che lanciano il sasso e nascondono la mano. E anzi, ti rispondo che ciò che hai detto è la classica persona che ripete la cosa più sciocca e inutile che si può in un commento, cioè che l’altro dice luoghi comuni, non accorgendoti che sei il primo così che offri solo un luogo comune e una banalità.
    Mi dispiace per il mondo che ha perso qualche byte di informazioni per dover ospitare commenti inutili come il tuo.

  9. San Luigi
    ottobre 21, 2012

    Anche quì altri byte persi e anche col mio di risposta a te se è per questo, non pensi che anche con i tuoi precedenti?

  10. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 22, 2012

    Beh ma putroppo i messaggi provocatori come quelli di satiricus non possono essere lasciati cadere, altrimenti interlocutori scialbi come lui l’avrebbero vinta.
    Comunque per risponderti:
    -Più che persi , il termine giusto era sprecati.
    -No, non penso che i miei altri commenti erano byte sprecati.
    -Non lo penso perchè almeno io ho un messaggio e non un metamessaggio da comunicare.
    -Per rispondere al tuo commento precedente:
    Le informazioni che ho non sono luoghi comuni, a meno che tu non ne abbia delle prove, un luogo comune è “c’è qualcuno lassù” io provo, nel mio piccolo, ad informarmi sempre con criticità. Tra l’altro le informazioni rarissimamente le prendo dall’uaar che tra l’altro non si occupa di queste cose, quanto da saggi o altri libri che leggo, dalle mie conoscenze, e da internet e altri documenti scientifici. Il solo fatto che io sia qui a leggere le cose che voi scrivete ti dovrebbe far pensare che non amo far piovere sul bagnato, e di articoli e blog ne leggo da molte parti, tranne che da pontifex, visto che essendo zeppo di pubblicità, lo finanzierei.
    Poi se mi trovo sempre d’accordo con un punto di vista questo non svaluta le mie idee, il fatto che io sia d’accordo con i principi (sociali) dell’uaar nella maggior parte dei casi non mi rende un ripetitore automatico, perchè prima di “pensarla” in un modo l’importante è aver avuto un processo critico a riguardo.
    Anche perchè il tuo discorso portato all’estremo darebbe come risultato che se uno ha ragione su un argomento e tutti lo riconoscessero sarebbero tutti dei ripetitori di quei concetti come se dicessero il falso.

  11. Maledettoilvostr'odio
    ottobre 22, 2012

    P.s. Fareste una molto più bella e intelligente figura se vi occupaste di dimostrare che ciò che dico dell’aborto, per esempio che l’aborto terapeutico salva delle vite, siano falsità o meglio dei luoghi comuni, piuttosto che invece accusare pateticamente me di essere fonte di luoghi comuni.

    • Algophagitis-VIII
      ottobre 22, 2012

      Provo a darti una panoramica breve sui cadi dell’ aborto:

      1. In tutti i casi l’aborto coincide con l’ uccisione un essere umano (ascientifico negarlo). Quindi è chiaro che la tua frase “Nella maggior parte dei casi anche l’aborto è a favore della vita” è una barzelletta.

      2. I casi in cui il portare avanti una gravidanza porti rischio di vita per la donna sono rarissimi e casi limite che riguardano solo una piccola percentuale degli aborti. In questo caso si presentano due varianti:

      a. [la sorte del figlio è segnata] se la donna muore non sopravvive neppure il figlio (2 persone lasciate morire, ma non uccise). se il figlio viene ucciso e asportato la donna ha possibilità di sopravvivere (una persona scampa alla morte ma un’ altra viene uccisa).
      Questo secondo me è il caso più estremo. Qui si gioca tutto sul fatto che tu per salvarti vuoi uccidere prima una persona che avrà pochi mesi o giorni di vita, oppure non vuoi macchiarti di omicidio e vuoi che la persona viva comunque quel poco della sua vita, sacrificandoti.

      b. [o uno o l’ altro] La donna rischia la vita (o muore) per dare alla luce il figlio (un morto e un vivo). Se il figlio viene ucciso e asportato la donna ha possibilità di sopravvivere (un omicidio e una persona viva).
      Qui si tratta di scegliere l’ uno o l’ altro. Si tratta di uccidere (non lasciarlo morire) per salvare la tua vita, ma, al contrario della legittima difesa, chi è ucciso non tenta di ucciderti nè vuole farlo, ma è agente del processo che può portare alla tua morte. Oppure si tratta di dare la vita per salvare qualcuno.

      Precisazioni:
      -l’ aborto non è un qualcosa di naturale, è sempre un atto dannoso per la donna, quindi non è una sorta di terapia senza rischi e che salva le vite. Può essere paragonata ad una operazione chirurgica dove uno dei due muore sicuramente e l’ altro rischia di morire o comunque ha gravi danni.
      -l’aborto rischia anche di rendere difficoltose le future gravidanze
      -Invece che finanziare un’ opera barbara e grossolana come l’ aborto si potrebbero investire energie, denaro e ricerche per evitare le morti da parto o i rischi in gravidanza (=2 persone vive).
      —–
      A parte questi casi estremi ci sono gli altri. Io non credo che tu sia solo per l’ aborto nei casi a e b, ma li porti come pretesti.
      Ecco una rassegna delle altre motivazioni:

      c) [figlio frutto di violenza sessuale]
      Il colpevole è lo stupratore ovviamente. Non si può agire come i mafiosi che per vendicarsi uccidono i parenti dei loro nemici.

      d) [figlio malato= vita “indegna”] ; e) [figlio destinato a vita in povertà= vita “indegna”]; f)[figlio non voluto, quindi non amato= vita “indegna”]: queste motivazioni sono affini all’ eutanasia e sono abbastanza auoevidenti nelle loro derive naziste o idiote.

      g) [avere un figlio non voluto= male per la psiche della donna]. Anche questa mi sembra abbatanza stupida come motivazione, oltre che propone il criterio di legittimazione dell’ omicidio di chi ti fa star male psicologicamente o ti da fastidio. Comunque anche qui l’ aborto non risolve, visto che può portare anche esso problemi psicologici.

      h) [pura volontà della donna]. Questa è la vera motivazione che molti non dicono apertamente.

      ——-
      Tutti i casi mostrati sono analizzati a partire dall’ assunzione dell’ equivalenza sostanziale tra figlio e madre ,in quanto entrambi esseri umani [innegabile] e entrambi persone [teoria più coerente, a meno di non dissolvere la persona in un insieme di parametri misurabili].
      I fautori dell’ aborto sostengono l’ ineguaglianza sostanziale tra uomo e feto-embrione, o affermando ascientificamente la non umanità, o adottando teorie della persona restrittive, o negando che si tratti di vita, o affermando che solo gli uomini con certe caratteristiche (quelli già nati, non deformi o disabili, non in coma ecc…) sono degni di essere trattati come tali. Ne deriva nella scelta il peso della vita dei concepiti ( e di altre categorie) non solo è minore rispetto a quello della vita degli uomini “veri”, ma infinitamente minore, tanto che qualunque minima scusa può giustificare la soppressione.

    • hjorvardr
      ottobre 23, 2012

      ti consiglio di guardare attentamente questo video intitolato “l’urlo silenzioso” che può aiutarti a capire cosa è veramente l’aborto:

  12. San Luigi
    ottobre 22, 2012

    veramente spetterebbe a te dimostrare.
    magari citale queste fonti.
    devi dare rassicurazioni sul tuo nick, quindi o lo cambi aggiungendo una “o” od un apostrofo in modo che inequivocabilmente significhi che maledici il nostro odio (che non è proprio il massimo della simpatia, ma vabbè) o cambi nick, oppure d’ora in poi i tuoi messaggi verranno bloccati per non dare scandalo alle persone che visitano il Blog. Dimostra la tua buona fede e sei il benvenuto, in caso contrario prendo atto che il velato insulto, offesa e bestemmia a cui velatamente vuoi farti associare, è tale e non hai diritto a commentare.

  13. hjorvardr
    ottobre 22, 2012

    caro “maledettoilvostr’odio” (detto senza ironia) vorrei rispondere ad una tua accusa postata un po’ più sù, laddove tu dici che noi vorremmo imporre “nostre idee” che derivebbero dalla Fede a tutti. Ora, a parte il fatto che “idee nostre” nel senso di inventate da noi non ne abbiamo ma molto semplicemente crediamo che la verità possa essere compresa dalla ragione, ciò che proponiamo non è affatto una “derivazione dalla fede” ma la semplice applicazione della Legge Naturale la quale non è parte di nessuna religione ma è per l’appunto comprensibile dalla sola ragione. Non c’è bisogno di essere cattolici per capire che l’aborto è omicidio (vedi giuramento di Ippocrate e codice Hammurabi) e che dovrebbe essere bandito da ogni legge positiva (ovviamente poichè l’aborto è un omicidio non ha senso parlare di aborto “terapeutico”, sarebbe come dire “omicidio terapeutico”), così come non c’è bisogno di essere cattolici per capire che la famiglia naturale (composta da un uomo e una donna sposati più eventuale prole) è il cardine di ogni civiltà degna di questo nome, o che non è confacente allà dignità dei lavoratori essere sfruttati 7 giorni su 7 senza la domenica libera ecc…
    Si tratta quindi verità che ben lungi dall’essere ad appannaggio dei soli Cattolici possono essere comprese da tutti gli uomini di retto intelletto, non sviati da ideologie (quelle sì che uccidono la ragione).
    Comunque tornando alla vittoria di Costantino e al trionfo del Cristianesimo rimanendo solo sul piano sociale (che è comunque il più basso) sono tanti e tali i reali progressi fatti compiere dalla religione di Cristo che anche i storici non cristiani li riconoscono… abolizione della schiavitù, abolizione del diritto del padre di sopprimere i figli, ospedali, scuole, università, ecc… a ben vedere abbiamo molti motivi per festeggiare e per riproporre quel modello…
    PS.: per Daouda ma che sei diventato sintetico? :-))))

  14. Satiricus
    ottobre 22, 2012

    Ma io ero provocatorio.

    • Satiricus
      ottobre 22, 2012

      No, assolutamente da correggere: La frase è: ma io NON ero provocatorio. Sennò non avrebbe neppure senso…

      • Satiricus
        ottobre 22, 2012

        San Luigi: mi permettete di crearmi un contro-profilo (magari a colori) in cui mi accuso da solo? Secondo me mi riesce bene.

  15. Satiricus
    ottobre 22, 2012

    Tra l’altro mi scuso per il fraintendimento tra odio e rodio (infatti temevo si bestemmiasse un nume rodiano, Elios – il colosso); e mi sento assolto dal secondo. E prometto di non intromettermi più in questa pagina. E apprezzo anch’io che ci sia chi visita altri siti. Soprattutto se è per dire cose intelligenti e non per intrattenere inutilmente gli altri lettori appesantendo con commenti senza capo né coda letti i quali uno si chiede cosa stava cercando di dirci quello lì. Ma San Luigi sapete bene che dico sempre qualcosa anche quando non dico niente.

  16. San Luigi
    ottobre 23, 2012

    Purtroppo causa la cocciutagine del nostro amico del’Uaar i suoi messaggi non sono ancora visibili. Si vede che non vuole porsi in una posizione di rispetto e quindi propedeutica ad un dialogo.
    Finchè non scriverà con un nick diverso più conforme all’intenzione che lui stesso dice (a parole per adesso) di perseguire non può ripetere la sua posizione che, avendo letto io i suoi messaggi, non tiene purtroppo in conto tutti i notevoli contributi portati da voi. Mi complimento soprattutto con Algophagitis-VIII per aver differenziato il caso estremo del bambino che per la sua posizione o per la sua conformazione rende rischioso o dannoso il parto, fino a portare alla morte, con chi attenta (per i più svariati motivi, anche perchè pazzo) alla tua vita. E’ una casistica molto estrema su cui ci si può confondere, ma risolta brillantmente.
    La contraddizione in termini è lampante eppure nella neolingua è stato coniato il termine aborto-terapeutico che ha portato all’aberrazione della Legge 194. Tale ipocrisia è stata resa necessaria in quanto questa legge viola ogni principio giuridico e medico, come ha ricordato anche hjorvardr e non sarebbe mai passata se non in virtù di una paziente trasformazione delle coscienze che si attiua pricipalmetne alterando i significati delle parole. Questa forma sottile di manipolazione è difficile da scardinare, ma chi ha cuore la verità che presuppone l’onesta di voler abandonare ogni ideologia e ogni soggettivismo, può liberarsi da queste catene. La scienza non ha fatto che confermare attraverso il Dna ciò che la Chiesa, maestra di umanità (e i grandi pensatori e filosofi nonchè il capostipite della medicina), ripete da sempre. La nuova cellula zigote è un nuovo organismo con una propria individualità. Non è come le cellule delle mani o dei piedi della madre o del padre, ma è una nuova vita che si svilupperà solo come uomo (o donna ovviamente).
    A proposito nuova rivista: http://www.prolifenews.it/wp-content/uploads/2012/10/ProVita_1_web.pdf
    Questo legame che si sviluppa con la madre è così intimo che si può dire che una donna che uccide il bambino che ha in grembo uccide anche se stessa, e potrei anche dire che è prprio la madre colei che più di ogni altro componente del nucleo caratterizza il legame familiare. E’ colei che è la porta tra le generazioni che si susseguono e fanno sussistere questa società, per questo il legame familiare è qualcosa di unico, che non ha eguali con altri tipi di legami sociali, pur importanti. Per questo è sempre stato considerato sacro dalla Chiesa. La famiglia è il baluardo contro li totalitarismo statale che ci vorrebbe tutti individui collettivizzati, è ciò che ci rende fratelli con gli altri. E’ il primo filo dove possiamo tessere le relazioni col mondo. Scardina ogni utopia perchè rende i legami reali e non qualcosa di astratto frutto di slogan. Anche chi ha avuto genitori assenti oppure divorziati (questa è una piaga enorme), oppure criminali, non può per questo aprlare contro qusta istituzione perchè sarà sempre ciamato a ripeterla. Solo in questa la società prospera e le persone si realizzano nel mutuo dono di sè.
    p.s. satiricus: Non è per te che ho chiesto questo gesto al nostro interlocutore uarrino, ma perchè io non mi sono accorto in prima persona quanto questo portasse scandalo per chi leggeva più fugacemente.
    Vediamo cosa sceglierà il nostro amico, spero che raccolga lo stimolo e si ponga di conseguenza a favore dello scambio sereno e onesto. Se preferisce l’ambiguità o peggio non accetta di portare rispetto. Arrivederci
    Ah seguiteci anche su
    http://www.twitter.com/miliziachristi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il ottobre 16, 2012 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: