Circolo Giovanile San Luigi IX

Circolo del Movimento politico cattolico Militia Christi

La protesta continuerà

Aggiornamento:

Articolo sul nostro sit-in:

Salvatore, disabile grave riuscito a risvegliarsi da una situazione detta di locked-in (simile a quella di Eluana) ha attuato uno sciopero della fame per sensibilizzare le istituzioni sul fatto che gli erano state negate le cure con le staminali a lui e ad altri pazienti che avevano ricevuto il nulla osta dal Comitato di Bioetica. L’Aifa ha bloccato la cura a seguito dell’intervento del pm di Torino contro i medici della Stamina Foundation che ha di fatto bloccato le cure per alcuni bambini affetti da disabilità gravissime che avevano riscontrato sensibili miglioramenti a seguito della terapia. Oggi c’era l’udienza di Celeste una delle bambine a cui sono impedite le cure di cui ha finalmente parlato sia Repubblica che tgcom, il 4 invece Crisafulli farà un sit in davanti al Tar di Brescia (a cui parteciperemo pure noi)  che deciderà sulla sospensione delle cure. Nel frattempo il pm di Torino ha rinviato a  giudizio i medici per truffa e altro.
Per cui le speranze che possano continuare le cure per i malati si fanno più esigue.
La cosa strana è che tutti i pazienti (che sarebbero “i truffati”) si oppongono a questa decisione di cui sono le principali vittime, tra loro il piccolo Tommaso, Smeralda, Celeste (tutti bambini) e Salvatore.Purtroppo più tempo passa e più la situazione fisica dei pazienti peggiora ed inoltre vengono meno anche le speranze e i sollievi che avevano i loro familiari che si vedono osta.

Dopo aver appreso l’interesse dei media per la storia di Celeste:

Senza cure Celeste ha un mese di vita

la sera di domenica arriva la notizia del rinvio a giudizio per lo staff della Stamina Foundation che di fatto fa recedere le speranze di trovare una continuazione alla cura dei pazienti.

Per questo Militia Christi esprime la sua solidarietà con i pazienti, nel sit in di fronte al Tar di Brescia che deciderà il 4 settembre:

Militia Christi a fianco dei disabili a difesa delle cure con staminali adulte del Prof. Andolina: 4/9 sit-in a Brescia con Pietro Crisafulli contro lo stop di regime.

Comunicato di Militia Christi sulla vicenda di Salvatore Crisafulli

Apprendiamo con sollievo la decisione di sospendere lo sciopero della fame da parte dei fratelli Crisafulli, e in particolare di Salvatore, la cui debolezza unita al suo stato di salute ci faceva preoccupare, ma protestiamo per il trattamento mediatico riservato alle vicende dei disabili in attesa di cure, lasciati soli dalle istituzioni e dagli organi di stampa che non hanno dato rilevanza alla loro battaglia. L’interessamento a livello personale di Bruno Vespa, personaggio pubblico sensibile e vicino ai disabili gravi, ha riacceso la speranza in Salvatore e negli altri nelle sue condizioni tra cui una bambina di nome Smeralda che aveva tratto beneficio da cure appena iniziate e subito interrotte per motivi oscuri e incongruenti.
In nome loro, se a settembre la situazione non sarà chiarita,  prenderemo la decisione di manifestare con più veemenza davanti alle istituzioni che colpevolmente lasciano questi malati in un limbo di disinteresse e solitudine, non dedicandogli quelle risorse che gli spetterebbero in uno Stato di diritto.
Per un’ approfondimento della vicenda:
La storia di Salvatore che si trovava nelle condizioni di Eluana Englaro, ma attraverso la tenacia della famiglia che non ha perso la speranza e non gli ha fatto mai mancare l’affetto la vicinanza e l’aiuto è migliorato fino a risvegliarsi.
www.salvatorecrisafulli.it
Ha chiesto insieme ad altri pazienti nelle stesse sue condizioni una cura con le staminali adulte prelevate dal midollo osseo che è stata approvata e iniziata e ha prodotto mioglioramentio sensibili, e tanta speranza, in una bambina in coma dalla nascita.
http://catania.blogsicilia.it/cellule-staminali-familiari-dei-degenti-catanesi-in-coma-chiedono-il-trapianto/91853/
La decisione di sospendere queste cure da parte dell’Aifa per motivi pretestuosi e mai chiariti ha portato ai pazienti riuniti nell’Ass. Sicilia Risvegli onlus a cobattere contro quella che credono sia una manovra per proteggere interessi economici e logiche di mercato.
Salvatore ha quindi inziato uno sciopero della fame:
http://www.zenit.org/article-31681?l=italian
http://www.flickr.com/photos/78614089@N08/7649308260/sizes/l/in/photostream/
In questa pagina alcuni video con interiste ai familiari dei pazienti e riguardo la loro esperienza:
http://www.siciliarisvegli.org/
Militia Christi si è dapprima incatenata al Ministero della Sanità in concomitanza dei tagli alla salute per far sentire la voce di Salvatore Crisafulli:
https://circolosanluigi.wordpress.com/2012/07/13/la-sanita-incatenata-protestiamo/
Ha poi mandato una lettera di sensibilizzazone a tutte le agenzie più importanti di informazione:
https://circolosanluigi.wordpress.com/2012/07/14/lettera-per-salvatore/
Sicilia Risvegli onlus ha quindi diramato oggi questo comunicato:
Dopo oltre due settimane di protesta, attuata per chiedere che in Italia sia consentito il trapianto delle cellule staminali adulte “mesenchimali”, Salvatore Crisafulli è stato costretto a sospendere lo sciopero della fame. Sono stati i medici ad imporgli la decisione per l’aggravarsi del suo stato di salute, che ha reso necessario l’ausilio di un respiratore artificiale.  A convincere Salvatore è stata anche la telefonata di un noto giornalista e scrittore, che si è detto disponibile ad intervenire e di trattare la questione nella sua trasmissione, non appena la stessa riprenderà dopo la pausa estiva. Il presentatore, al telefono con il fratello di Salvatore, Pietro, Presidente dell’Associazione Sicilia Risvegli onlus, si è impegnato in prima persona per fare tutto ciò che è in suo potere allo scopo di portare alla ribalta la vicenda, dopo l’assordante silenzio delle Istituzioni nazionali e locali.  Solo pochi giorni fa Pietro Crisafulli, che si era successivamente unito allo sciopero della fame del fratello, aveva inviato una lettera a Benedetto XVI, nella quale gli chiedeva di schierarsi “a favore della vita”. Ma dal Vaticano non è giunta alcuna risposta, né alcun messaggio nel tanto atteso appuntamento con l’Angelus della domenica. Alcuni giorni prima, lo stesso Crisafulli aveva contattato via sms il presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, chiedendogli “un ultimo importante gesto prima delle dimissioni”. Ma anche dalla Regione il silenzio assoluto. Soltanto pochissimi esponenti della stampa nazionale e locale si sino interessati alla vicenda.  «Un ringraziamento speciale – ha dichiarato Pietro Crisafulli – va al Movimento cattolico “Militia Christi” e in particolare al suo portavoce Fabrizio Lastei per l’enorme umanità dimostrata e per la costante vicinanza. Grazie anche – ha concluso – a tutti i nostri sostenitori di Facebook che ci danno la forza per continuare a lottare».  Il trapianto delle cellule staminali adulte “mesenchimali”, ossia prelevate dallo stoma osseo, previsto dal Decreto ministeriale “Fazio –Turco” del 2006, è già stato sperimentato con successo dal medico triestino Marino Andolina, che segue il protocollo della Stamina Foundation Onlus del prof. Davide Vannoni. Una metodologia poi sospesa dall’intervento della magistratura che ha denunciato presunte irregolarita’ nelle procedure seguite dall’associazione. Secondo Pietro Crisafulli, che chiede la creazione in Sicilia di laboratori specializzati nella coltivazione e nel trapianto di questi particolari tipi di staminali, ad ostacolare il progresso scientifico sarebbero gli interessi dominanti delle case farmaceutiche.  Favorevoli e in attesa del trapianto delle staminali ci sono anche Giuseppe Marletta, architetto catanese in coma vegetativo da oltre due anni, a seguito di un banale intervento chirurgico e la piccola Smeralda Camiolo, la bimba di 16 mesi in coma irreversibile dalla nascita, già sottoposta con successo a due cicli di cura a Brescia.

4 commenti su “La protesta continuerà

  1. Maledettoilvostr'odio
    agosto 8, 2012

    Dubito che siano stati l’affetto e la vicinanza della famiglia a riprenderlo. Comunque pregherei di mettere più dettagli clinici.

  2. San Luigi
    agosto 8, 2012

    Lo hanno portato da parecchi specialisti.
    Maggiori dettagli al sito di Sicilia Risvegli Onlus

  3. San Luigi
    agosto 20, 2012

    Dopo che la storia di Celeste che non ha più accesso alle cure è stata riportata finalmente dai media, la procura con un tempismo decisamente sospetto rinvia a giudizio pèer “truffa” esponenti della Stamina Fnd…intanto i malati peggiorano senza cure.
    http://it.euronews.com/flashnews/1629004-staminali-chiuse-indagini-pm-torino/

  4. Pingback: Comunicato Stampa Sicilia Risvegli Onlus « Circolo Giovanile San Luigi IX

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il agosto 21, 2012 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: