Circolo Giovanile San Luigi IX

Circolo del Movimento politico cattolico Militia Christi

Chi ci comanda?

Dopo le recenti esternazioni di Monti (che calcola lo spread di suicidi con la Grecia), che si aggiungono alla noia del posto fisso, alle lacrime di coccodrillo su pensioni e articolo 18 e al modello precario figo proposto dai suoi Ministri, è ora di vedere più da vicino quello che ci aspetta. Buona visione:

Approfondimenti.

Film e documentari citati:

1) dichiarazione di M. Monti alla conferenza stampa di Palazzo Chigi del 18 aprile 2012 trovata sempre tagliata (da skytg24)

2) Essi vivono di J. Carpenter (1988) (in ita completo)

3) Report puntata del 22.04.2012 (dal sito ufficiale)

4) 1984 di M. Radford tratto dall’omonimo Romanzo di G. Orwell (in ita)

Documenti:

1) Mario Draghi uomo di Goldman Sachs (Adusbef) regala due trances di 1000 miliardi di euro alle banche private all’1% (Il Giornale)

2) Scenarios for the Future of Technology and International Development della Rockfeller Foundation Maggio 2010 (scribd)

3) Il debito pubblico italiano ora sono tutti interessi (da Donchisciotte)

Foto (clicca sulla foto per ingrandire):

Tratte dal Rapporto della Rockfeller Foundation

Conti dell’Italia del 2007 Debito pubblico=interessi

Debito Pubblico del Regno d’Italia, ecco la radice della nostra schiavitù

Il quadro ovvimante è delineato per difetto, non si parla del Fiscal Compact e del Meccanismo Euroopeo di Stabilità (Dossier di Lidia Undiemi), nè di tutte le nuove tasse introdotte mentre la povertà e la disoccupazione aumenta insieme al costo della vita.

Infine un esempio virtuoso da seguire non a caso venuto da una lista civica:(impegnamoci in prima persona, noi ci proviamo con Alternativa ai partiti)

[da Daw-Blog]

Non pagare l’Imu è possibile. Ed è legale. A patto di abitare a Pontinvrea, un comune nell’entroterra savonese, dove l’odiosa imposta sugli immobili non sarà applicata.

La proposta è arrivata dal sindaco, Matteo Camiciottoli, eletto in una lista civica. La decisione è stata votata e ratificata ieri sera dall’intero Consiglio Comunale.

Secondo il sindaco l’Imu “è una tassa incostituzionale. Se serviranno fondi sappiamo come fare, e sceglieremo strade alternative”. E da lì la decisione di non applicare la tassa. Camiciottoli si è polemicamente domandato:

“come si può chiedere l’imposta ad un pensionato che prende 600 euro al mese?”

In effetti la domanda è interessante, e la risposta spetterebbe a Mario Monti. Utopia.

Pontinvrea è un piccolo comune, ma la decisione è significativa e crea un precedente: abolire l’Imu è possibile, e cercare strade alternative è quasi un dovere.

49 commenti su “Chi ci comanda?

  1. Nonimo
    maggio 2, 2012

    Che ci potevamo aspettare da un governo delle banche, che facessero gli interessi delle persone comuni? O che forse i capitalisti si autoproteggessero come fanno da più secoli? E non sono certo i “partiti” il problema ora.

    Comunque se pensiamo che hanno tagliato 1 miliardo di euro dalle pensioni e che i professori di religione costano 1.5 miliardi l’anno circa mi viene in mente qualcosa da fare…

    Non è l’unica cosa, ma credo che 6 miliardi l’anno per la chiesa cattolica siano un po’ troppi, e dubito che a questa dispiacerà rinunciare ai suoi introiti per il bene comune no?

    http://www.icostidellachiesa.it

    • San Luigi
      maggio 2, 2012

      Ti sei accorto di questo articolo? vedi che si migliora nella vita?
      Questo governo delle banche purtroppo è stato insediato grazie al (ex?) comunista Napolitano in spregio di qualsiasi considerazione per la popolazione italiana, lo stesso che giustificava i carriarmati in ungheria che altro poteva fare se non passare sopra le persone?
      Purtroppo l’ideologia anticattolica non ti fa cogliere il vero nocciolo del problema però.
      Al di là della legittimità dei “costi della chiesa” (visto che c’è stata una spoliazione di immobili e beni nel Risorgimento per rimpinguare le casse dello Stato sabaudo più che legittimi, e parlo del più controverso di argomento quello dell’Ici gli altri neanche li contestano) ti devi domandare se sia giusto fare tagli, incrementare iva e costi di servizi, licenziare (pardon esodare nela neolingua) e non dare più un futuro per pagare gli interessi delle banche? Cioè l’economia a che cosa è al servizio? Sono quesiti che interrogano una concezione non utilitaristica (magari personalistica invece e in unltima istanza cristiana) della vita.
      Saluti

  2. Nonimo
    maggio 2, 2012

    Bhè per quanto io stesso non condivido le posizioni di Napolitano, ora dire che è colpa sua mi sembra eccessivo, c’è un parlamento intero che lo appoggia e nessuno ha fatto un fiato, apparte alcuni.
    Come ho detto nell’altro post , il risarcimento per la spoliazione sabauda è stato saldato col primo concordato, quindi stop qui.
    Io me lo domando, e mi rispondo certo che no. Questa non è la politica che vorrei venisse fatta, io sono un giovane , da poco maggiorenne, che vuoi che ti dica se non che mi stanno smantellando scuola e futuro? E’ scontato che questo è il contrario di quello che mi auspicavo, come una lotta spietata all’evasione, una patrimoniale e altro, facendo pagare chi non ha mai pagato, anche se sembra un luogo comune.Non ultimo però ci metto i 6 miliardi che all’anno diamo alla chiesa cattolica, che non mi sento di escludere tra gli sprechi, tutto qui.
    Io sono più che d’accordo su una concezione non utilitaristica della vita, anche non essendo cristiana, per me è scontato.

    • San Luigi
      maggio 2, 2012

      Come sospettavo tendo a mimnimizzare anche tu il ruolo del presidente della Repubblica. In realtà non ti rendi conto che proprio il suo intervento ha leggittimato quello che si chiama colpo di Stato (il che non lo rende meno antidemocratico), i partiti si sono accodati, ma l’ombrello è quello di Napoliticano. Sul risarcimento ho già risposto che ti sei contraddetto o sono privilegi o accetti il Concordato e eviti tutte le polemiche, ma proprio tutte visto che regola la materia.
      Capisco che sei appena maggiorenne e un’idea non te la sei fatta ancora comleta, ma distrarre l’opinione pubblica con i falsi problemi è il modo migliore per snon farle vedere quelli veri.
      Son contento della tua concezione non utilitaristica anche se credo difficile coniugarla con il comunismo e il materialismo.
      Abbiamo capito che sei una donna
      Alleluja

  3. Nonimo
    maggio 2, 2012

    No, io non minimizzo mi fa schifo che il presidente abbia leggittimato tutto ciò, e non lo giustifico minimamente , non ho problemi a criticare una persona che dice di avere delle idee ma si smentisce nei fatti. Perciò non minimizzo.
    Sul risarcimento vai a leggere dillà, il concordato ora garantisce alcuni privilegi , che però non sono un risarcimento , il quale è già stato saldato negli anni 20.
    No, io mi informo abbastanza per quanto le mie competenze e la mia vita mi permette. E sento che anche questo è un problema , al pari degli altri.
    Mi venga perdonata l’ultima frase, che come dimostra anche il pronome errato, ho toppato in toto.
    Ciò che volevo dire è che la visione utilitarista, non essendo cristiano, la do per scontata, non credendo nel trascendente, e dunque è scontata.

    • San Luigi
      maggio 2, 2012

      Dice di avere delle idee (non è la persona da condannare) e si comporta secondo quelle, lui giustifica secondo quelle idee il suo operare. La cosa è molto diversa. Il Concordato è un tutto unico il risarcimento per l’invasione viene dai molti lati dell’accordo e non è solo economico, viene meno uno vengono meno tutti, quindi o accetti tutto o niente.
      E guarda ci rimettiamo solo noi visto che se lo Stato Italino fosse governato come quello dello Stato Città del Vaticano saremmo di nuovo un faro di civiltà, sarà per la piccola estensione (anche se la Chiesa è un istituzione mondiale difficile da gestire), ma abbiamo molto da imparare, fidati.
      Ci avevo quasi sperato che fossi una donna…:-)
      Tu confondi però; utilitarista (nel senso di interessi paricolari egoistici nel caso specifico di classe) è sinoinmo di materialista, chi crede nel trascendente può essere utilitarista (e non è detto) solo in senso lato come chi non ruba per evitare la galera, che non mi sembra un principio sbagliato comunque.

  4. Nonimo
    maggio 3, 2012

    Bhè io dubito che un presunto comunista appoggerebbe questo tipo di politica, quindi non saprei se definirlo tale, per potersi dire di un’idea, bisogna metterla in pratica, non basta il nome.
    No, il risarcimento materiale è stato saldato con una somma di denaro pari a “750 milioni di lire e di ulteriori titoli di Stato consolidati al 5 per cento al portatore, per un valore nominale di un miliardo di lire” il resto è solo un accordo per i rapporti tra stato e chiesa, che non ha senso dare come risarcimento, risarcimento che ripeto, siamo gli unici al mondo ad aver pagato anche con gli interessi a uno stato che aveva perso la guerra, e il solo risarcimento è un privilegio.
    Mi dispiace ma non mi fido assolutamente.L’ultima cosa che vorrei è che il mio stato fosse governato come il Vaticano, e col senno di poi non ha senso parlare. Ma comunque dubito che saremo un faro di civiltà, cosa che nemmeno il vaticano in sè è.
    Io intendo che la mia visione di utilitarista significa l’agire per la felicità degli “esseri sensibili”, tutto qua. Per me invece il non rubare per non finire in galera mi sembra un’azione di vigliaccheria e un principio che non funziona, in quanto in mancanza di una pena , l’individuo si comporterebbe male.

    • San Luigi
      maggio 3, 2012

      Bah con un partito comunista (concordo) i dolori magari sarebbero altri, ma l’ideologia (sempre materialista e utilitarista) non è lontana, cambiano gli attori.
      Per quanto riguarda i Patti Lateranensi riprendo dallefonti ufficiali:
      http://www.vatican.va/roman_curia/secretariat_state/archivio/documents/rc_seg-st_19290211_patti-lateranensi_it.html#CONVENZIONE_FINANZIARIA
      “Che la Santa Sede e l’Italia, a seguito della stipulazione del Trattato, col quale è stata definitivamente composta la « questione romana », hanno ritenuto necessario regolare con una convenzione distinta, ma formante parte integrante del medesimo, i loro rapporti finanziari;”
      e più sotto al Concordato:
      “Che fin dall’inizio delle trattative tra la Santa Sede e l’Italia per risolvere la « questione romana » la Santa Sede stessa ha proposto che il Trattato relativo a detta questione fosse accompagnato, per necessario complemento, da un Concordato, inteso a regolare le condizioni della Religione e della Chiesa in Italia.”
      Convenzione distinta, ma facente parte integrante, non separata, come i rapporti tra stato e Chiesa. Si vede che sei un separatista di impostazione. 🙂
      Per farti capire che per la Chiesa non era affatto un problema di soldi, ma di principi (ecco che l’etica utilitarista si fa capolino in te) considera che con la Legge delle Guarentigie (anche lì parte finanziaria e relazionni stato e Chiesa integrate, ovviamente chissà perchè…) veniva offerta una rendita perpetua di 3.200.000 lire annue.
      Ma davvero pensi che sarebbero stati accettati se fosse mancata una sola delle parti? non credo, qundi tutti insieme li devi prendere.
      Risarcimeto gli unici ad averlo agato? ma l’hai letta la storia dopo la seconda guerra mondiale, per esempio?
      Ma mica ti devi fidare (magari ti fidi tropo della propaganda statale), basta che ti guardi attorno e poi cerca di capire la radice di tutto ciò, ah ma tu già la sai a prescindere…anche contro la realtà!
      Un faro di civiltà lo siamo stati e ancora parzialmente lo siamo visto che il Papa comunque lo stanno ad ascoltare ancora tutti, pure il tuo amico 😉 Fidel.
      Esser sendibili tipo tutti gli animali? Oppure anche le piante? e meno male che ero io quello vago…il princpio della galera funzione ed è anche un atto di giustizia, evdi se non sei d’ccordo quando ti ruberanno la macchina.

  5. Nonimo
    maggio 3, 2012

    Bene, allora non c’è altro da dire se non che è sbagliato che tuttora rendiamo questi privilegi, e poi parliamoci chiaro. Il risarcimento è stato dato solo per il governo del tempo (no comment) aveva bisogno di un appoggio forte nel paese, e di manipolare ulteriormente la popolazione , non prendiamoci in giro..
    Si, ora vienimi a dire che ogni paese che ha partecipato ad una guerra e ha vinto ha risarcito il vecchio proprietario. Ovvio.
    Il papa lo stanno ad ascoltare per il suo potere politico rappresentato dal bacino elettorale condizionabile, in Italia soprattutto ma anche nel mondo. Un faro di cilità non copre i reati dei preti, mi spiace, nè le magagne mafiose con lo IOR.
    Essere sensibili, tutti i viventi. Cioè intendo la felicità qui sulla terra.
    Il principio della galera è giusto come conseguenza, io mi riferivo al fatto che è sbagliato il principio secondo cui una persona si comporta bene solo per evitare la pena (base del comportamento religioso tra l’altro) relativa ad un atto sbagliato. Questo non lo condivido.

    • San Luigi
      maggio 3, 2012

      E fai male a non condividerlo perchè ha anche un principio riabilitativo la galera.
      Per il resto forse non sai bene come funziona il sistema (rendiamo questi oprivilwegi? quali?), i siti dove ti informi avranno tutto l’interesse a montare l’odio contro la Chiesa quindi è difficile che ti spieghino. Se vuoi ne parliamo, però se ti dico a non mi devi rispondere picche come in questo caso,
      Ti ho già parlato della Legge delle Guarentigie, non è dello Stato fascista.
      Magari lo stessero ad ascoltare il Papa, certo la guerra in Iraq non si faceva (o sei d’accordo?), noi non siamo un bacino condizionabile e parlo da Militia Christi visto che ogni cattolico risponde per sè. Io pensa non credo di aver mai votato (pur andando alle urne) uno dei partiti che si sono presentati.
      Premesso che la perfezione non è di questo mondo tutte le magagne sono state sempre ingigantite a dovere, gli errori ci sono stati, per carità, in buona e cattiva fde, ma spesso sono statii usti come leva di ricatto.
      Finisco con Love Love Love (forse sei troppo piccolo per ricordare un Sacco Bello).
      A parte che la feliciyà sulla terra dura niente, te ne sarai accorto pur nei tuoi ancora pochi anni di vita, no?

  6. San Luigi
    maggio 3, 2012

    Proprio ora un uomo armato è entrato nell’Agenzia delle Entrate con un fucile, l’uomo avrebbe una situzione familiar ed economica difficile.
    E ieri purtroppo tre suicidi in un giorno…

  7. Nonimo
    maggio 3, 2012

    Ok, per me 1 miliardo di euro all’anno (quanto il taglio alle pensioni) spesi per insegnare solo una religione (e anche una è troppa) nella scuola pubblica, quando vi abbiamo costruito (con soldi nostri, ma quelli stanno nel piano regolatore) la chiese, è un privilegio ingiusto.
    L’acqua e la corrente che paghiamo al vaticano (senza accordo, non era previsto) è ingiusto.
    Che il vaticano ha riduzione di Ires, Irpef, servizio postale, e altri servizi è ingiusto.
    Che la chiesa non paghi l’ici quando è dovuto, è ingiusto
    Che i conventi facciano concorrenza sleale agli alberghi mettendo le loro stanza a pagamento (inferiore a quello degli alberghi) è ingiusto
    Che vi siano suore al posto di infermieri nelle strutture pubbliche , è ingiusto.
    Che l’Italia mette a disposizione un suo velivolo per i voli vaticani è ingiusto.
    E mi vengono in mente solo questi privilegi.
    (I valdesi che prendono un ottavo di quello che prende la chiesa cattolica dall’8×1000 , rinuncia alla parte proveniente dalle scelte non espresse, e investe tutto il ricavo in opere di carità, vi danno una pista allora)

    Comunque si, magari sulla guerra in Iraq oggi ha ragione, ma sul preservativo, la famiglia,l’aborto, l’eutanasia e tante altre questioni politiche anche no, o per lo meno c’è da discutere. Perciò meglio che non lo ascoltino, cosa che comunque i nostri politici fanno.

    Io infatti mi godo la vita, so che ho solo questa, con la morta la corsa finisce, me la godo. nessun odio, ma odio essere fregato da chi si spaccia per buon samaritano.

    • San Luigi
      maggio 4, 2012

      Ok l’ideale di godersi la vita è quanto di più elevato una società materialista può esprimere, forse per questo non riesci a capire che quelli che tu chiami privilegi sono sostegni per le opere e per la Chiesa e rigurdi verso rappresentantidi uno Stato estero, chiamarli privilegi è demagogico, anche gli ambasciatori hanno privilegi come associazioni noprofit qualsiasi, fai una confusione infernale parlando di Ici non pagata dove è dovuta o di Ici in genere, non sono la stessa cosa. Non è che la Chiesa ha ragione o giene viene qualcosa dal condannare il preservativo, sai quanti benefici anche economici (non parlaimo di quelli mediatici) avrebbe se accettasse l’imposizione del preservativo in molti paesi africani? Già questo ti dovrebbe far capire che al di là di tuti gli utilitarismi la Chiesa segue una Logica ed un progetto che va oltre tutte le ideologie, che almeno merita di essere conosciuto. Hai mai fatto questo bagno di umiltà e sei andato a capire cosa dice la Cihesa su questo e quello veramente al di là delle strumentalizzazioni?
      Non credo, preferisci goderti la vita e vivere come un bruto:
      “fatti non foste…”
      saluti

  8. hjorvardr
    maggio 4, 2012

    Trovo il video molto interessante, ricco di spunti. La cosa che mi colpisce di più è come oggi i padroni del mondo agiscano alla luce del sole sicuri e indisturbati. Oramai non si può essere più accusati di complottismo, infatti le reali forze che governano il mondo sono ormai uscite allo scoperto senza neanche tentare di darsi una copertura “democratica” come facevano fino a qualche anno fa.
    La cosa triste è vedere come ben pochi provino anche solo un po’ di sdegno di fronte a ciò.
    Semmai tali forze (non più) occulte vanno a sviare il giusto sdegno che una persona normale dovrebbe provare di fronte ai loro traffici, verso la Chiesa unica pietra d’inciampo verso la realizzazione completa del loro “nuovo ordine mondiale”. Infatti il credo fondamentale delle lobby mondialiste, vale a dire il relativismo (che poi altro non è che una forma spuria di gnosi) troverà nella Chiesa Cattolia Romana e Apostolica sempre un baluardo indistruttibile in quanto Essa continuerà a proclamare la Verità contro tutte le menzogne moderne.
    Resta la tristezza poi di vedere tante poi persone sviate e confuse da tale campagna d’odio: esempio lampante è l’intervento precedente al mio, vero campionario di tutte le menzogne laiciste già abbondantemente confutate, ma tant’è, purché si parli male della Chiesa tutto fa brodo…

    • San Luigi
      maggio 4, 2012

      Hai detto bene si svia l’attenzione sulla Chiesa cattolica, che finchè si parla del daje al prete, non ci si cura della realtà, un modo per tenere buone le masse e darle il “capro”.

    • Algophagitis-VIII
      maggio 4, 2012

      E’ verissimo che la Chiesa è un nemico del NWO e che il sistema cerca di deviare l’ odio verso di essa per distrarre. Ci sarebbe però a mio avviso da approfondire il fatto che chi comanda non è mosso tanto dal proposito di distruggere la chiesa cattolica, quanto di corromperla e asservirla a sè. Le chiese protestanti o sono già asservite o comunque chi si oppone (es. calvinisti) fa parte comunque di nuclei piccoli che vengono presentati come esempi morali negativi.
      La chiesa cattolica è forse la più grande e meglio organizzata, oltre che più indipendente, associazione religiosa. Io sono dell’ idea che chi vuole costruire un ordine globale non voglia buttare via la struttura formale della Chiesa e soprattutto non voglia la scomparsa del senso “religioso” e del “sacro”. Ciò che si vuole è mantenere sono gli elementi formali ma cambiare il contenuto. Secondo me lo scopo ultimo che hanno è fare della Chiesa il braccio spirituale del mondialismo. In quest’ ottica la Chiesa in primo luogo dovrebbe avvallare tutte le tendenze etiche contemporanee, storpiando la sua dottrina (vedi i luoghi comuni che il cristiano “deve accogliere tutti, non deve giudicare, deve essere tollerante” = deve accettare aborto, matrimoni gay, divorzio, eutanasia, deve essere sincretista). In secondo luogo la chiesa arriverebbe a diffondere la dottrina del potere ( “esigenza di un governo unico”, “tolleranza/ annullamento delle differenze culturali” più le solite dottrine sulla bontà della democrazia e sui diritti umani).
      E’ il fatto che la chiesa attuale non si piega all’ ideologia contemporanea e la ostacola che spinge ad attaccarla. Io sono dell’ idea che ciò che il potere vuole non è creare anticlericali o antireligiosi, ma persone contro le leggi divine e contro la verità. Ciò che si vuole creare è un quadro base di valori (tra cui la sottomissione incondizionata al governo mondiale) che tutti devono accettare e su cui devono modellare la loro religione, se ce l’ hanno. Fateci caso, anche un ateo che non accetta l’ aborto è visto come un mezzo matto o “irrazionale, non veramente ateo”, mentre un prete “moderno” (pro gay, pro aborto) è visto in modo positivo, se non come “vero cristiano”.
      Chiusa la piccola parentesi.

  9. hjorvardr
    maggio 4, 2012

    Concordo appieno con le acute precisazioni di Algophagitis – VIII, in effetti assai più pericolosi degli attachi esterni è la sovversione interna alla Chiesa che adultera la Fede. Oltre a quello che tu dici al NWO è molto gradita la prassi di un “dialogo interreligioso” che in realtà è solo relativismo allo stato puro (tutte le religioni sono uguali, ognuno si tiene la sua, meglio se solo privatamente)
    E’ ovvio quindi che un personaggio come Benedetto XVI che quando era prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede osò riaffermare che solo Cristo è il Salvatore (nel 2000 con la Dominus Iesus) e che denuncia continuamente i rischi di una dittatura del relativismo dia molto fastidio….

    Comunque io il libro di Mons. Schooyans, Nuovo Disordine Mondiale ce l’ho ma non lo presto lo vendo solo a peso d’oro 😉 (tempi di crisi che volete farci…)

    • San Luigi
      maggio 5, 2012

      Dipende da diaologo a dialogo e poi diciamo che è un dovere anche per noi dialogare con persone di altre fedi, non stiamo facendo questo con il “buon” (va un pò a macchinetta, l’hanno un pò robotizzato all’Uaar si vede) Nonimo della setta ateista e anticlericale?
      p.s. faresti più soldi ad affittarlo a giornata.
      Chi frequenta la Chiesa ha qualche “privilegio” può non pagarci le accise sul consumo delle pagine? 🙂

  10. Nonimo
    maggio 4, 2012

    @Luigi. Ma che stai dicendo? A uno stato estero non si paga acqua, luce gas . E poi stato estero solo quando vi conviene. Le chiese sul nostro territorio le ripaghiamo noi. Meh..come al solito difendere a spada tratta ciecamente anche contro prove schiaccianti (www.icostidellachiesa.it) è ormai sport..

    • San Luigi
      maggio 5, 2012

      Aridaje! le prove schiaccianti… le affermazioni ingiustificate vorrai dire…già risposto!
      Colpito e affondato!

  11. hjorvardr
    maggio 4, 2012

    Caro Nonimo sei come un disco rotto che ripete sempre la stessa musica… non ti viene in mente niente di più fantasioso che ripetere sempre le stesse (false) cose?

  12. Nonimo
    maggio 4, 2012

    Hjorbadr, quanto tu parli e ti viene risposto ciò che hai smentito secoli fa anche in altri post, no, non mi viene in mente.
    False? Ahah. Perchè?
    Si trova la scusa dello stato estero quando c’è da dare, e mai quando c’è da prendere. Uno stato estero non può pagare le tasse, ok, giusto. Ma allora perchè a uno stato estero possono essere pagati servizi che i morti di fame come me sono costretti a pagare? Perchè tutte queste voci http://www.icostidellachiesa.it ? E smentiscili se hai le prove, prima di dire “false”.

    • San Luigi
      maggio 5, 2012

      L’avemo letto tutti il sito sono “tre giorni che ce lo riproponi, basta nun ne potemo più, te stai a fa tutti i pizzi de Roma, ndo te vado te incontro” (sempre “un sacco bello” all’hare krisha…ecco tu sei tipo della setta degli atei e anticlericali)
      Che il Vaticano sia uno Stato estero non lo dico io per fare il furbo: è un fatto che nel tuo delirio ideologico vuoi negare, e Ambasciatori, rappresentanti, personale, di Stati esteri hanno quelli che tu chiami privilegi (ah scandalo, abominio, ma mica fai le campagne contro il non affitto dei palazzi bellissimi di alcune ambasciate, ipocritamente…), inoltre il Vaticano è uno Stato che ha anche le sue ambasciate estere a Roma, questo perchè a differenza degli altri Stati è uno Stato enclave su Roma. Se non mi sbaglio tale privilegio viene dalla Convenzione di Ginevra, per quanto riguarda più specificamente il tema del gas…c’è la legge D. Lgs. 26/10/1995 n. 504 che esenta:
      – Sedi e rappresentanti diplomatici e consolari;

      – Organizzazioni internazionali;

      – Forze Armate aderenti alla NATO;

      – Forniture dello Stato della Città del Vaticano.
      Ti consiglio la lettura di questo bell’articolo scritto su facebook che condivido a che smonta le bucìe degli anticlericali.
      Guarda sul sito luce e gas (sarà pagato dalla Chiesa 🙂 a soggetti esenti, ultiima voce:
      http://www.heracomm.com/imposte/pagina199.html
      Oppure su quello dell’Agip (ah povero Mattei era pure cattolico, ma è stato ammazzato da li massoni delle sette sorelle amici tuoi)
      http://www.pmi.eni.it/iw/sites/NPR_AREA_OFFERTE/sei_cliente/sei_cliente_agevolazioni_gas.page
      Nel testo della legge lo trovi all’art. 17 alla voce esenzioni, credo che il testo non menzioni esplicitamente il Vaticano, ma alluda ad organizzazioni internazionali riconosciute (e il quadro si allarga).
      Abbasta?

  13. hjorvardr
    maggio 5, 2012

    su questo argomento già ti hanno risposto altri, ma a quanto pare non c’è peggior sordo di chi non vuole ascoltare…

  14. hjorvardr
    maggio 5, 2012

    comunque sulle menzogne riguardo ICI e otto per mille puoi provare a leggere questi due dossier:

    http://www.avvenire.it/shared/laveraquestua/la%20vera%20questua.pdf

    http://www.labussolaquotidiana.it/ita/dossier.php?idRecord=30

  15. Nonimo
    maggio 5, 2012

    Ok, e
    Sconti comunali per l’accesso a zone a traffico limitato;Contributi comunali per i cappellani cimiteriali;Cerimonie di culto in orario di lavoro nelle amministrazioni pubbliche, negli enti e nelle società controllate dallo stato;Riduzione IRES;Riduzione IRAP;Esenzione IVA;Esenzioni fiscali e doganali relative alla Santa Sede e tante tante altre cose. Ora venitemi a dire che è una cosa normale.
    Comunque per la questione ICI , IRES , IRAP, non avete mai capito il problema, che è nei casi come questo: http://www.youtube.com/watch?v=-BLdH4mUsXA. Cioè quando si FINGE che alcuni edifici siano destinati ad attività che meritano l’esenzione (e che nessuno contesta), ma in realtà sono a scopo commerciale.
    Comunque ribadisco, 1 miliardo e mezzo per insegnare minchiate nelle scuole, ora tu mettila come ti pare, ma sono tanti.

    Per quanto riguarda l’8×1000 te l’ho spiegato il perchè secondo me (e non solo) questo criterio non è giusto, e ripeto che i valdesi hanno almeno la decenza , nonostante i minori guadagni, di rinunciare alla parte proveniente dalle scelte inespresse , mentre i cattolici sono degli accattoni che non finiscono mai, e si lamentano anche.

    P.s. L’acqua del Vaticano, sprecata per lo più per irrigare i giardini, la paghiamo senza nessuna regola che lo disciplina, cioè noi paghiamo l’acqua ad uno STATO ESTERO, no? E abbiamo dovuto pagare anche gli arretrati all’acea se non erro, dopo che il vaticano , alle sollecitazione dell’azienda, si è rifiutato più volte di pagare. Per non parlare poi dello IOR, quando noi cerchiamo un po’ di collaborazione per fare giustizia (collaborazione che noi diamo con tutte queste leggi, e in molti casi con tutti questi privilegi) e ci viene puntualmente negata, anche quando riguarda casi di mafia. Molto giusto.

    • San Luigi
      maggio 5, 2012

      Ma Nonimo so 40 messaggi che dici ancora le stesse cose?
      L’hai letto il link che ti ho dato per bene?
      Cioè tu critichi a prescindere, poi cerchi di trovare qualche cosa per giustificare.
      Il video di quelli che fanno i furbi lasciano il tempo che trovano, ma che volgiamo dire, chi di dovere controlli, ovviamente non a senso unico, ma a me preoccupano più le strutture cattoliche che di cattolico hanno poco e spero vivamente che tutta questa attenzione faccia capire a queste persone qual’è la loro missione.
      Su l’8 per mille e le scelte inespresse è come il principio proporzionale usato in ambito elettorale, un principio che puoi contestare ma non a seconda di chi abbia la maggioranza delle preferenze come potrebbero fare i Valdesi (te che avresti fatto se primo beneficiario era l’Uaar?), se non ne spiegano il motivo. D’altronde mi sembra più rispettoso di chi ha espresso la sue preferenza questo invece di inventarsi parità irrealistiche.
      Penso che basti se vuoi metterci pure che ne so lo sconto che ti gli fanno i macellai quando vanno per strada al prete fai pure…

  16. hjorvardr
    maggio 5, 2012

    sì, appunto poi nella vita c’è altro oltre che i soldi, e per fortuna si tratta di cose molto più belle, interessanti e seducenti per le quali i soldi non servono… leggendo i tuoi post caro nonimo ho l’impressione che se noi crediamo nel Dio Uno e Trino tu creda in quello uno e … quattrino!
    (era una battuta non te la prendere dai, spero un sorriso di avertelo strappato…gratuitamente ooops!)

    • San Luigi
      maggio 5, 2012

      rendiamoci conto pure i giardini anche il verde da fastidio ai comunisti materialisti, quanto sono grigi…dopo l’acqua paola, felice e pia marcia!!!
      Per non parlare che il metodo statistico scientifico si basa sullo stesso sistema campione dell’8 per mille anche se quest’ultimo eè su base volontaria, e poi vuole fare lo scienziato Nonimo…

  17. Nonimo
    maggio 5, 2012

    Si, tante belle parole, ma non hai risposto al merito. Sta di fatto che ci sono molti privilegi, che nell’articolo citato da te non sono minimamente spiegati, ma che invece ci costano. Ora il paragone con la scelta proporzionale elettorale per una persona con un minimo di cervello è assolutamente fuori luogo. Ripeto che l’8×1000 non è una decisione collettiva da prendere, che quindi è naturale che viene determinata da chi sceglie, ma è una scelta individuale, che nulla ha a che fare con le scelte degli altri, è un meccanismo che non sta in piedi. E se il primo destinatario fosse stato l’uaar, cosa impossibile perchè è destinato solo alle confessioni religiose, io mi sarei indignato se non avesse rinunciato a una parte accaparrata senza un motivo valido. Comunque tutti bravi a parlare di quanto ci sia di bello al di fuori dei soldi, quando i soldi si acchiappano. Appunto perchè fai questo discorso, la chiesa dovrebbe rinunciare a tutto questo “sterco del diavolo” tantopiù perchè è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che un ricco entri nel regno dei cieli.
    San Luigi, i giardini sono bellissimi, ma pagati con i soldi miei noi grazie.
    Mamma mia che confusione, che diamine c’è di analogo tra una statistica e una scelta. Lo stato non deve supporre che la parte delle persone che non ha scelto avrebbe scelto come la parte che ha scelto, e soprattutto deve fare informazione. Se c’è qualcosa di peggiore del meccanismo fallimentare dell’8×1000 è la disinformazione totale sull’argomento, che è palesemente voluta per alimentare questo sistema.
    p.s. Hjorvardr , tu crederai nel dio uno e trino, ma intanto adavede i sordi come li acchiappi (un te figurato , inteso come chiesa, ovviamente). Io crederò in quello quattrino, e che comunque non sono affari tuoi, ma intanto i soldi li caccio , e non truffo lo stato spacciando l’attività di famiglia per un ricovero dei poveri per evadere le tasse a scapito degli altri cittadini che poi aiuto .

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      Come che c’entra. Nella statistica, si esprimono pareri di massima di un gruppo di persone prese a campione, perchè è impossibile per esempio chiedere un parere a tutte, stesso discorso viene fatto in ambito elettorale, nelle scienze si analizza un campione di tessuto. Ora nessuno ha mai visto niente di scnadaloso in tutto ciò e nemmeno te (non ti manca certo la faccia tosta), perchè se no me lo avresti giustamente detto. Ti immagini una statistica in cui le scelte inespresse vengono ripartite in maniera identica tra le opzioni. Tanto più se si tratta di decisioni collettive (come le chiami tu) che giustizia sarebbe ripartirle in maniera identica, non chiedere per niente allora la preferenza alle persone che fai prima.
      Ora se continui a dire solo la Chiesa è male senza spiegare no andiamo avanti nè nella discussione, nè nel fatto di metterti in gioco. Non sei molto onesto, hai un dogmatismo anticattolico ingiustificato che mi fa pensare che l’uaar non sarà una confessione religiosa, ma ha i tratti di una setta.
      Ti ripeto evita di farmi tornare inutilmente al computer.

  18. Nonimo
    maggio 6, 2012

    No, no, tu non mi segui. In una elezione e ina statistica, si deve arrivare ad un risultato univoco, che sia un dato o una decisione statistica. Nell’8×1000 no. Ognuno può fare una scelta diversa, perchè è una scelta INDIVIDUALE. Che senso ha dunque attribuire alle persone che non hanno fatto una scelta la scelta degli altri? Ciò sarebbe sensato se come ti ho detto 10 volte e non hai afferrato, si dovesse arrivare ad un dato univoco, o una decisione comune. Se per esempio in un’elezione ci sono 10 candidati e 100 votanti, è ovvio che a prescindere di quanti siano, i votanti decidono, e chi non vota se la prende “inder secchio” , perchè l’obiettivo è arrivare ad una conclusione e un’elezione. Qui invece non c’è questo bisogno, e chi decide di non destinare quella parte di tasse ad una confessione religiosa , le dovrebbe destinare di default allo stato.

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      Ma non ti seguo no e non capiso neanche come fai a trovare differenze (ognuno può fare una scelta diversa? risultato univoco? decisione comune? Aspetta che chiedo a dauda di decifrarti che mi stai a diventà criptico peggio di lui), se non che per pricipio per te ci devono essere se no ti casca il catello di carte anticlericale che tiri su nella tua testa. Ora probabilmente tu non accetti proprio il meccanismo dell’8 per mille in quanto tale, per questo vuoi che si dia il resto allo stato (ma allora che prelievo dalle tasse è?), e poi magari si tasseranno sempre di più le donazioni dei privati sempre nela gloriosa marcia anticlericale. Ora non hai mai proprosto l’alternativa dello stato fino ad ora, forse per pudore, e io invece pensavo ti rifacessi alle solite critiche, invece è molto peggio il tuo pensiero. Inoltre è anche poco coerente, infatti lo stato già è uno dei beneficiari dell’8 per mille e già ha una grossa percentuale nella ripartizione del ricavato. Io dopo averti detto ciò non ti chiedo che senso avrebbe questa tua proposta se non quella di eliminare ogni traccia di sussistenza delle religioni, sempre per il noto anticlericalismo. Noi ci dovremmo difendere da quelli come te.
      Mi dispiace perchè non ti rendi conto che ogni tuo ragionamento è viziato da questo odio profondo e immotivato che limita te e la discussione.
      Spero che in futuro te ne renderai conto. Io mi sono francamente rotto di ripeterti le cose come se fossi il tuo insegnante, ci devi mettere pure la buona volontà per migliorarti.

  19. Nonimo
    maggio 6, 2012

    Ok io non so come spiegarmi meglio di così.
    L’8×1000 è una possibilità di destinare parte delle tasse (dello stato) per una confessione religiosa. Ora, ognuno può effettuare la propria scelta in totale libertà, e le scelte di una persona non influenzano quelle di un’altra. Questo si chiama processo individuale, cioè ognuno può fare come gli pare senza essere influenzato o influenzare gli altri, poichè non è una scelta comune.
    Una statistica deve dare un risultato , UNO, dunque si fa una stima su un campione di persone, e si presume che statisticamente la parte delle persone che non hanno partecipato alla statistica avrebbe scelto tendenzialmente e con approssimazione nello stesso modo di quelli sottoposti alla statistica. Questo succede perchè il risultato della statistica è uno e comune a tutti.
    In un’elezione , ci deve essere un vincitore, un eletto. Per questo motivo è naturale che se il 10% delle persone vota, è quella percentuale che sceglie, visto che gli altri si sono astenuti. Ed’è naturale anche qui, visto che si deve arrivare ad un risultato univoco , cioè a una elezione di una persona (o più) che è una scelta COMUNE.
    Ora, nell’8×1000 , non serve arrivare ad un risultato unico, perchè non riguarda una decisione comune, per la quale chi sceglie decide, ma ognuno può fare come gli pare. Di conseguenza, se anche una sola persona scegliesse a chi destinarlo, non c’è motivo che tutti i soldi vengano dati a chi ha scelto quell’unica persona, semplicemente perchè se nessuno ha voluto “deviare” le sue tasse verso qualcun altro, queste dovrebbero andare al suo naturale destinatario, lo stato.
    Questo meccanismo avrebbe senso se l’8×1000 fosse “un’elezione” cioè se lo stato dovesse decidere un unico destinatario a cui dare tutto, dunque chi sceglie decide per tutti, ma così com’è ora non ha senso.
    Tra l’altro allo stato va una piccolissima parte del ricavato dell’8×1000 , visto che circa l’80% va alla chiesa (30% per scelta) cattolica.
    Comunque la colpa ancora più grande è la disinformazione su questa regola, la gente non lo sa che se non sceglie i soldi vanno allo stato, se lo sapesse, magari sceglierebbe, invece viene tenuta all’oscuro da tutti.

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      No guarda scelta comune e scelta univoca non ha senso, anche nelle elezioni non si vota per un solo candidato, ma c’è una prima selta un secondo, un terzo che prendono varie percentuali. Io non so proprio come aiutarti a darti ragione. E ripeto che questa cosa di dare tutto allo stato oltre che ridicola /visto che è già beneficiario che poi nessuno glieli voglia dare mi sembra una bella notizia, non siamo così scemi dopotutto…tranne te!) è aberrante e figlia del peggior statalismo.

  20. Nonimo
    maggio 6, 2012

    O mio dio. Non scelta comune scelta univoca. Comune e univoca sono il risultato del procedimento. In una elezione serve un risultato, UNO , che sia composto da più persone non cambia, ma nell’8×1000 non serve UN RISULTATO , è una scelta individuale. Tra l’altro non è una cosa così assurda da capire , col 5×1000 funziona esattamente così (e il 5×1000 è molto più utile dell’8×1000). Paghi le tasse allo stato;lo stato ti dice “se vuoi tu puoi dare l’8×1000 a una confessione religiosa” ; se scegli la confessione religiosa, la dai a quella, se no la dai allo stato , a me sembra facile da capire. Comunque il tuo “nessuno gliela voglia dare” è una cagata assurda. il 36% delle persone sceglie una destinazione. Il restante semplicemente non sa come funziona, e nessuno, compresa la chiesa cattolica (che non è responsabile per questo, per carità) lo fa. Comunque l’8×1000 dello stato viene utilizzato per calamità naturali in genere, se tu pensi che voler ricostruire L’Aquila o altre zone colpite da simili calamità sia da scemi, sono fiero di esserlo. Per quanto mi riguarda i soldi alla chiesa cattolica non servono nemmeno più, sono ricchissimi , e se tu reputi che dare soldi alla chiesa cattolica è meglio che darli allo stato, fatti tuoi, ma dire che non siamo così scemi è una stronzata. A me non piace il mio stato per come è, ci sono un mucchio di cose da cambiare, ma io nel mio piccolo cerco di cambiarlo, non me ne sto a scrocco nel paese lamentandomi soltanto come fai tu perchè fa schifo. Vai a vivere in Vaticano, se ti accettano.

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      Ancora con la stessa tiritera?
      Anche nelle elezioni io compio una scelta individuale, il risultato sono dei risultati (plurale) conformi alle scelte, secondo un ventaglio di proposte.
      Esattamente così funziona l’8 per mille, il 5 per mille invece se lo becca il Leviatano, ops lo Stato, ma allora che te lamenti? Ci sono poche tasse, pensi che gli dobbiamo dare pure l’8 per mille? Non rubano abbastanza, non uccidono abbastanza (guerre ingiuste, aborti) con quei soldi?
      Guarda che sono le persone che fanno lo stato non viceversa, sono io che sono quì che faccio la società e lo stato. A me questo governo come quasi tutti gli altri fa schifo e se devo fare qualche cosa per il paese certo non delego.
      Si te vuoi cambiarlo per renderlo ancra più succhiasangue di quello che è probabilmente sei più cinico dio MOnti, i suicidi sono effetti collaterali, il meccanismo statale prima di tutto.
      Ma lo sai tu con le tasse che paghiamo che stato dovremmo avere?
      Altro che Irpinia, Salerno-Reggio Calabria, tu vuoi continuare a pasciere questo sistema se non è imploso è solo perchè le istituzioni come la caritas lo salvano.
      Comunque c’è poco da fare la lezioncina l’hai imparata a memoria, un posto in loggia quando sei grande lo troverai.

  21. Nonimo
    maggio 6, 2012

    Ok, non capirai mai, mi dispiace. Non riesci a capire la differenza tra un’elezione che ha un risultato valido per tutti e una scelta individuale che rimane tale. Mi dispiace.
    Comunque tu confondi strategicamente stato con governo, che sono due cose completamente diverse.
    Ho apprezzato “guerre ingiuste”, io sono contrario alle guerre, ma mi preoccupa il tuo “giuste”…Per l’aborto vabbè, pensala come ti pare, non ho voglio di discuterne qui.
    Comunque non ti concedo il diritto di congetturare “probabilmente tu…” , non ne hai il diritto, e non sai niente di me. Io non mi permetto di congetturare , enfatizzandole tra l’altro, le tue idee, che tra l’altro a differenza delle mie sono espresse dal fatto che fai parte di un gruppo politico.
    Io a differenza tua non faccio parte di nessun gruppo , e non sono soggetto a nessuna autorità se non quella dello stato. Nessuna lezioncina, queste sono miei idee, frutto di un mio ragionamento, io non ho bisogno a differenza tua che mi si venga detto come pensare dai libri.
    Ah, e il velato “massone” dillo a qualcun altro perchè io non ci sto. Per ora quello che fa parte di una setta anche abbastanza criminale sei tu tra i due.

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      Ma no che non capirò mai è chiaro che la scelta che tu chiami individuale ha valore per tutti (e se non lo ha ma che ti arrabbi a fà?), se no non avrebbero costituito questo meccanismo di detrazione dalle tasse dal principio, e non avrebbero neanche messo lo Stato tra i beneficiari. E’ sì perchè qyuesto è il tuo problema che ti fa sragionare, solo lo stato ha la definizione di pubblico, tutto il resto deve stare nel privato. Cosa che effettivamente non è e non deve essere.
      Questa idolatria per lo stato come se non fossero più neanche persone quelle che lo compongono (cacchio c’entra il governo?), è quello che ci ha fatto rabbrividire il secolo passato. Ora di cose criminali i tuoi co-ideologizzati ne hanno fatte, se ne segui le orme e, purtroppo, continuando ad insistere nel forzare la realtà, si vede che sei plagiato fino al midollo, non hai neanche idea delle conseguenze che potrebbero esserci. Hai una specie di fede anticlericale per cui eliminando le religioni il mondo sarà migliore e questo, mi dispiace, ti pone male a prescindere. Mi sa che ho capito pure troppo di te e, anzi, spero di aver capito male, perchè se queste sono le premesse non so come potrai diventare da grande.

  22. Nonimo
    maggio 6, 2012

    Alla scelta gli è stato attribuito il meccanismo per le scelte che hanno valore per tutti. Ma questa non ne ha. Lo stato non DEVE dare tutti i soldi dell’8×1000 alle confessioni religiose (nel qual caso avrebbe senso), ma permette ai religiosi o a chi vuole di destinarvi una parte di tasse. Il che non implica il fatto che io che non scelgo devo dare le mie tasse a una confessione religiosa, ma li lascio allo stato. Per me è un meccanismo sbagliato.
    Comunque certo che solo lo stato è pubblico, e non vedo come potrebbe essere diversamente.
    Proprio perchè sono persone che compongono lo stato deve esserci la democrazia più assoluta dove possibile. E questo meccanismo dell’8×1000 non è democratico, soprattutto con la non-informazione che viene fatta. E’ un meccanismo fatto apposta per far arrivare alla chiesa cattolica più soldi di quelli che merita, e non vedo come si possa nascondere questo fatto.

    Comunque si, io sono anticlericale nella maniera più assoluta, ma rispetto il prossimo, e questa non è una fede, ma un’idea.
    Non so come potrò crescere da grande, ma non vedo il legame tra cattolico—>buono, anticlericale—>pericoloso criminale, cosa che tutti i religiosi sostengono sotto sotto. Magari non sarò l’uomo migliore del mondo, ma quando agirò bene sarà solo per il bene in sè, e non perchè voglio mettere il mio culo in paradiso 🙂

    • San Luigi
      maggio 6, 2012

      Ovviamente è stato attribuito lo stesso meccanismo (che i rimanenti vanno allo stato e alle confessioni proporzionalmente) delle scelte elettorali se no non te ne lamenti il rigo dopo e dici che questo meccanismo non lo condividi.
      Cnontinui a falsisficare il discorso e a questo punto credo tu lo faccia in cattiva “fede”, questo è già un effetto del tuo anticlericalismo. Occhio ai paradisi in terra…

    • San Luigi
      maggio 7, 2012

      IL meccanismo è delle scelte che hanno valore per tutti, ma questo non ne ha. Sbagliato queste scelte dell’8 per mille hanno valore per tutti, se no sarebbero donazioni private.
      Esempio di falsificazione:
      “Lo stato non deve dare tutto alle confessioni religiose”
      In realtà lo stato non da alle confessioni religiose, sono le persone che scelgono e tra i beneficiari (controsenso) c’è lo stato stesso che si prende proporzionalmetne anche il ricavato.
      Il risultato è sovrapponibile all’esperienza elettorale proprio perchè a seconda delle preferenze viene ripartito l’8 per mille tra le confessioni (e ciò già non è giusto perchè non sono uguali) con in più lo stato non dimentichiameocelo. Stesso meccanismo avviene con il 5 per mille nelle scelte generiche, questo perchè tutte queste realtà a cui i privati destinano fondi hanno rilevanza nella società e i cittadini proporzionalmetne hanno il diritto di dargli rilevanza (e lo stato gliel’ha riconosciuta e a loro -oltre a sè stesso controsenso- destina il per mille), il pubblico infatti è rappresentato da tutti questi soggetti. Tu vorresti che allo stato automaticamente si diano benefici per le scelte inespresse andando quindi a favorire uno solo dei beneficiari iniziali (che non è detto avrebbero “votato” i cittadini e che anzi le scelte espresse indicano tra i meno “votati”) che già prende dalle tasse. Se questo avvenisse in una qualche elezione (tutti i voti rimanenti al partito di governo precedente che si cambia solo se la maggioranza dei votanti l’opposizione è la maggioranza dei cittadini) tu grideresti allo scandalo e invece così non fai parlando invece di democrazia assoluta in questo caso; che nome da brivido.
      Ora il problema è solo tuo, che devi conciliare l’etica democratica (che viene attaccata alla radice) con il tuo statalismo. Sono due meccanismi antitetici, uno che privilegia le scelte dei cittadini in materia fiscale, ispirato ad un criterio di equità e l’altro che convoglia tutto allo stato anche se le scelte dei cittadini non hanno espresso una preferenza per quello che è un beneficiario. Anche se non lo fosse (beneficiario dell’8 per mille lo stato) sarebbe ridicolo convogliare tutto il resto allo stato che ha già le tasse, volendo essere il meccanismo del per mille uno strumento che alleggerisce il carico di imposte allo stato “favorendo” altri soggetti pubblici, ma ancora più assurdo (e indifendivile) che oltre ad essere beneficiario goda anche delle rimanenze. Se ci si scandalizza poi perchè quei soldi potrebbero essere spesi male e non è così, la sussudiarietà ha un’efficacia indiscutibile, mentre l’elefanitiaco apparato statate foraggia soprattutto un pesante sistema burocratico ed evidenti sprechi per non parlkare della specifica realtà italiana, per coerenza ci si dovrebbe scandalizzare per mille di quello statale. Io vedo chiaramente come si utilizzino due pesi e due misure. Si tratta in fondo di truccare i voti per il tuo candidato mettendo nelle schede bianche il nome repubblica italiana. Può farlo lo stato? beh stiamo vedendo che può fare anche di peggio come abolire l’art. 18, aumentare iva e tasse a piacimento, ma che sia giusto solo tu puoi pensarlo.

  23. Nonimo
    maggio 7, 2012

    Il 5×1000 non ha lo stesso meccanismo.Il 5×1000 funziona esattamente come sarebbe giusto, cioè le scelte inespresse vanno allo stato.
    Questi soldi già dovrebbero andare allo stato, sono una parte di tasse. Lo stato semplicemente permette a chi vuole di utilizzare una parte di tasse per sostenere le confessioni religiose, è questo il motivo per cui è stato istituito l’8×1000. Ecco il motivo per cui lo stato dovrebbe essere il “default”.
    Io ripeto che l’analogia con l’elezione non calza, ma non mi riesco a spiegare meglio di così, ci rinuncio.
    Tu distingui i soldi dell’8×1000 dalle tasse come se fossero cose diverse, in questo caso non avrebbe senso ridare tutto allo stato, ma nel momento in cui ti accorgi che l’8×1000 è una porzione di tasse, non ti dovrebbe essere difficile capire che esse andrebbero allo stato di default . Dunque il tuo discorso di “ha già le tasse” è senza senso.
    Ecco un altro esempio con le elezione che non ha senso.Un esempio stupido che mi viene ma che calza è una giornata di scuola speciale. Mi spiego: se un giorno a scuola ti dicessero “domani potete andare dove vi pare tra queste mete proposte: parigi, roma, o a scuola” , ora , il default è andare a scuola, ciò significa che chi non sa dove andare, o non si degna di esprimere il parere , va a scuola come sarebbe stato di norma, chi sceglie , va dove vuole. Qui è lo stesso sistema (che tra l’altro è ragionevole per il semplice fatto che viene applicato nel 5×1000 (più utile dell’8×1000) ) cioè se tu decidi di non “deviare” le tue tasse verso una confessione religiosa, le tue tasse fanno la fine di una qualsiasi altra tassa, cioè vanno allo stato.
    Inoltre da come parli sembra che vogliano tutti darlo alla chiesa, ma in realtà i dati tra cattolici praticanti e donatori dell’8×1000 convergono, e sono entrambi il 30% della popolazione. Il che significa che chi non specifica , probabilmente non è un “cattolico che si è scordato” ma solamente una persona disinformata o disinteressata, probabilmente.
    Comunque io sono contrario all’abolizione dell’articolo 18 nella maniera più radicale, così come non condivido l’aumento di iva e tasse. Io non dico che tutto ciò che lo stato fa è giusto, ma dico che i metodi per cambiare le cose li abbiamo, e basta tirarsi su le maniche.
    Infine, il mio anticlericalismo è ben visibile quanto è visibile il tuo clericalismo, nessuno prescinde dalle proprie convinzioni, e non ritenerti una persona “super-partes” perchè dalla mia ottica sei tu che continui a difendere a spada tratta un meccanismo che non sono certamente l’unico a non condividere (anche i valdesi, che non sono mangiapreti).

    • San Luigi
      maggio 7, 2012

      Lo stato semplicemente permette a chi vuole di utilizzare una parte di tasse per sostenere le confessioni religiose, è questo il motivo per cui è stato istituito l’8×1000
      Infatti non ha senso che tra i beneficiari ci sia lo stesso Stato, proprio per questo il modo più giusto per ripartirlo è proporzionalmente.
      Di solito il meccanismo dell’8 per mille (anche nel 5 per mille le scelte generiche vanno ripartite in base a quelle espresse) viene criticato dagli altri proprio perchè vogliono che favorisca le confessioni più piccole, non certo lo Stato perchè ciò andrebbe contro la finalità per cui è stato istituito. Il fatto di riprendersi i soldi delle scelte da parte dello stato inespresse saebbe una farsa di questo meccanismo e lo condannerebbe chiunque.
      Io capisco la tua mentalità statalista e non la condivido perchè questa entità diventa così sempre più lontana dalla gente, ma cerco solo di farti vedere le tue incongruenze.
      Tra l’altro uno statalismo coerente dovrebbe portarti ad accettare questo sistema semplicemente perchè è legge positiva dello stato e poi altra ipocrisia tu te la prendi per questo con la Chiesa, quando è un meccanismo di cui potrebbero usufruire tutti, anche lo stato e che ha fatto lo stesso coerentemente con il suo sistema rappresentativo.
      Io sto facendo un discorso di massima non legato a chi ha la percentuale maggiore, ma legato ad un sistema che è quello elettivo, democratico a cui io comunque muovo molte riserve. Ma chi si pascia di termini come libertà e poi vuole dare tutto allo stato per me è un ipocrita. Puoi criticare questo sistema ma lo devi fare a tutto tondo, magari dicendo che il maggior partito in Italia è da sempre quello degli astenuti. Al di là di tutto per valorizzare le scelte dei cittadini in materia fiscale per me sarebbe più giusto che il cittadino possa decidere anche la percentuale da destinare alle confessioni, in questo caso avrebbe senso che le scelte inespresse vadano allo stato, ma predisporre un fondo (8 pre mille) da ripartire (con la truffa che vi partecipa anche lo stato) alle confessioni e poi prendersi una parte dell’8 per mille è un’ipocrisia bella e buona. Infatti lo stato delega semplicemente ai cittadini quello che faceva prima con chi aveva un concordato (aggiungendoci poi quelli con cui ha avuto un’intesa), questa è la storia. Come vedi non ho mai citato la Chiesa cattolica, se volessi fare un discorso di giustizia riguardo questa direi che lo Stato dovrebbe finanzarla direttamente ogni anno (come era prima), sia per le attività che svolge, sia per a rilevanza della chiesa nel tessuto sociale e culturale italiano (e magari per evitare che si debbano pagare le Chiese per visitarli come fossero musei e come accade nel resto d’Europa) e poi perchè così la Chiesa stessa potrebbe organizzare meglio le sue attività.
      Secondo me il tuo anticlericalismo è molto fumo, poggia poco su fatti reali. Spero di aver contribuito a diradare la nebbia…per me può bastare così.
      Saluti
      Armando

  24. Nonimo
    maggio 7, 2012
    • San Luigi
      maggio 7, 2012

      TI ho risposto tra i commenti di scribd, niente di nuovo comunque non tocchi la parte di una critica costruttiva, nè quella di un vero finanziamento volontario, nè quella del sistema elettorale. Quindi a me annoia un pò il discorso scusa se non ti rispondo se ripeti, ancora.
      Basta con questo sito l’ho letto da subito, sembra che stai a vende gli aspirapolveri, oppure uno dei Tdg, ma ti pagano?
      Ciao eh!

      • Nonimo
        maggio 8, 2012

        Se l’hai letto come fai a fare affermazione come “dovrebbe finanziare direttamente” come, in varie forme , lo stato già fa?
        Comunque ognuno è libero di donare alla chiesa esentasse (illegalmente) tutti i soldi che vuole, fallo se vuoi, ma non pretendere che io lo faccia per te.

  25. San Luigi
    maggio 8, 2012

    Ma ci mancherebbe (anche se non ho capito bene se ti riferisci all’8 pe mille nel qual caso l’illegalmente è fuori luogo), però anche io non voglio finanziare un sacco di cose per motivi ben più seri dei tuoi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il aprile 29, 2012 da in Uncategorized.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: