Circolo Giovanile San Luigi IX

Circolo del Movimento politico cattolico Militia Christi

A sostegno del Comitato NO 194!

Anche il Circolo Giovanile di Militia Christi vuole dare il suo contributo al costituendo comitato per l'abrogazione dell'infame "legge" 194.
Consci del durissimo lavoro che ci attende invitiamo subito i nostri amici, simpatizzanti e lettori di questo blog a dare la propria adesione firmando al seguente link: http://no194.org/?page_id=30 

40 commenti su “A sostegno del Comitato NO 194!

  1. anonimo
    marzo 16, 2011

    ma non rompete le palle…ogni uomo è libero di fare le sue scelte, se l'aborto per voi è un peccato:semplicemente non fatelo!Sbaglio o il vostro "dio" ci ha dato libero arbitrio?? e allora fatecelo usare….

  2. circolosanluigi
    marzo 16, 2011

    L'aborto è un peccato in quanto è un omicidio! Dio c ha dato il libero arbitrio, ma anche l'intelletto per discernere il bene ed il male; il libero arbitrio non si deve mai trasformare in anarchia soprattutto a livello legislativo, ciò vorrebbe dire abrogare ogni legge che vieti qualcosa e sarebbe (ovviamente il caos).

  3. anonimo
    marzo 16, 2011

    … è quindi il bene ed il male lo decidete voi ?
    Voi non volete abortire… non fatelo… ma non impeditelo a chi lo vuol fare.
    Questa si chiama libertà. Anarchia è ben altro.
    Nessuno vi ha mai impedito di andare in chiesa.
    E fareste meglio a pensare ai vostri "padri" pedofili prima di insegnare ad altri.

  4. todikaion
    marzo 16, 2011

    Anonimo che passi per sbaglio di quì,
    fermati a pensare alle stupidaggini che stai a dì…
    L'aborto è omicidio, sei libero di commetterlo, ma devi pagare per quello che fai ad un bambino (innocente) che sta per nascere.
    Armando

  5. anonimo
    marzo 17, 2011

    Non passo per caso… per caso esistete voi.
    E voi cosa e come pagate per limitare la libertà altrui ?
    Cosa pagano i preti froci e pedofili? ( non gay… gay è dignitoso )
    Nemmeno l'ICI avete mai pagato a spese nostre…
    e sempre a spese nostre avete ogni anno milioni di € l'8 per mille destinati allo stato… per mantenere i vostri conventi e bordelli.
    Non avete mai pagato nulla in nessun modo,  solo preso e preteso in nome delle vostre di stupidaggini giocando meschinamente sulle debolezze delle persone (innocenti).
    E mentre voi sguazzate nelle vostre ricchezze e schifezze andate a predicare la povertà e la compassione mentre vi fate far pompini dai seminaristi minorenni che ( innocenti ..poveri loro ) credono in qualcosa di buono.
    Caro Kaion ( che dalle mie parti basterebbe quello come nick per capire ) quando capirete che la libertà e l'intelligenza non sno un optional… il giudizio universale sarà preistoria….
    Riguardo alle sciocchezze… bastano i tuoi commenti a confortarmi.
    E basta pensare ai commenti – ufficiali e non – che fate sulle donne…
    e la cosa peggiore… è che lo pensate davvero… !!!
    Uguaglianza, solidarietà, amore, compassione… ipocriti

  6. todikaion
    marzo 18, 2011

    I tuoi di commenti, utente anonimo, invece non mi confortano. Mi dispiace per te.
    Non hai detto nulla per intavolare una discussione seria. Sei solo pieno di volgarità; ma quelle non fanno un pensiero.
    Armando

  7. anonimo
    aprile 8, 2011

    anonimo ci sapresti spiegare per quale motivo uccidere un bambino down è sbagliato?
    ( la faccio più facile ) ci sapresti dire perché uccidere in sé stesso è sbagliato?

    Dopo scriviamo di aborto…dopo però…che qua non non è che il primo che si alza ed inizia ad esprimere il suo parere può pretende di essere nel giusto, tanto vale che vado da Guass e gli dico che è un demente perché…perché mi gira così…

    Daouda

  8. anonimo
    aprile 9, 2011

    Vi ringrazio molto per l'appoggio che state dando alla nostra comune battaglia .
    Siamo a quota 523 aderenti , procediamo alla media di 4 al giorno .
    Ci stiamo organizzando sul territorio e non molleremo mai , sino al nostro obiettivo .
    Mi auguro di ricevere per Vostre tramite molte adesioni .
    Grazie ancora .
    Avv. Pietro Guerini – Portavoce nazionale no194 
     

  9. anonimo
    dicembre 8, 2011

    siamo quasi  quota seimila adesioni ,dal 9 aprile abbiamo raddoppiato gli sforzi e ad abbiamo visto crescere anche i risultati.Avanti con tenacia,la strada è ancora lunga…

  10. anonimo
    dicembre 8, 2011

    quasi 6000 adesioni?bel colpo…

  11. anonimo
    dicembre 9, 2011

    A tutti quelli contro l'aborto auguro affinchè conprendano che stuprino le loro figlie e le mettano incinte.Ringraziate il vostro Dio dopo.Per me è più crudele e sadico far nascere un ragazzo destinato a assaggiare quel minimo di vita in condizioni che DIFFICILMENTE sono considerabili come "vita" , piuttosto che evitare che nasca. L'aborto non è un anticoncezionale , e su questo siamo d'accordo, ma in certi casi è giusto e meno crudele di un parto.

    Cattolici cancro e parassiti dello stato Italiano, since 0 a.C.

  12. anonimo
    dicembre 10, 2011

    a leggere il tuo commento vorremmo tanto che tua madre ti avesse risparmiato il dolore di una vita così cretina…
    comunque queste sono le solite parole fritte di uno che è stato fatto nascere e quindi dall' alto del pericolo scampato può ora permettersi di ergersi paladino dell' aborto libero…sugli altri,ovviamente…

  13. anonimo
    dicembre 10, 2011

    Se fossi dovuto nascere con trisomia21, paralizzato, distrofia muscolare, e aver dovuto campare una decina di anni, o anche 40 in una vita di sofferenze per me e per gli altri, avrei preferito non nascere. Sugli altri, ovviamente. Parli di essere cretini con una frase del genere? Se la mia ragazza restasse incinta non ci penserei due volte a farla abortire , se lei vuole , per non "rovinare" , si ROVINARE la vita di un bambino che non siamo pronti ad accogliere in senso economico e in senso affettivo/sociale. Il paradosso iniziale a cui mi riferisco è che un aborto per una ragazza stuprata e messa in cinta, con la vostra stramaledetta raccolta firme, non sarebbe permesso, aumentando così il rischio di un figlio messo al mondo e non voluto (e senza un padre, la famiglia..?) , e messo al mondo da una ragazza assolutamente non pronta e incapace di prendersene cura. Ma a voi che cazzo vi frega? Voi siete quelli del "Sulla vita non si vota" grazie a voi non ancora non curiamo il diabete, e abbiamo ricerche inesistenti su malattie genetiche.

    Voi volete solo il rispetto e i soldi di uno stato al quale siete solo dannosi.

  14. anonimo
    dicembre 12, 2011

    Continui a parlare di togliere la vita ad altri,perchè la loro vita non è degna,non è accettabile,non è sicura.La vita degli altri…

    Arrivi addirittura a parlare di sradicare tuo figlio dal ventre della tua ragazza perchè senza di voi lui non sarebbe amato e non avrebbe un futuro degno…
    non sopravalutatevi troppo…

    Ogni uomo dotato di libero arbitrio è libero di fare le proprie scelte,le PROPRIE SCELTE,NON LE SCELTE DEGLI ALTRI.
    Ma tu queste cose non le capisci e se tua madre avesse voluto abortirti sano perchè semplicemente non voleva impegnare il suo tempo libero con te,tu non avresti  nulla da ribattere,anzi …ti immagini che tristezza nascere e vivere con una madre biologica che non ti ama?
    Per favore,per favore …prima usare il cervello,poi le dita sulla tastiera…

  15. todikaion
    dicembre 12, 2011

    Certi personaggi fanno capire che le vere malattie sono quelle dell'ideologia che prefgerisce uccidere che aiutare…vi prego di firmarvi però.

  16. anonimo
    dicembre 12, 2011

    L'ideologia non uccide in questo caso (lo ha fatto nel caso della chiesa che uccideva chi non era d'accordo con lei, o gli 80 milioni di indios) in questo caso è una scelta etica insindacabile, cioè sono due punti di vista differenti. Alcuni preferiscono evitare magari pochi anni di sofferenze (e solo sofferenze) a bambini destinati a morire dopo pochi anni, tu no.Il punto è ognuno è libero di vederla come vuole, essendo etica e essendo soggettiva. La malattia sta nel fatto che tu vuoi imporre la tua ideologia soggettiva violando la libertà di chi la vede diversamente da te. Riassumento tu fai quello che la chiesa ha sempre fatto cioè, partendo dal presupposto che le sue idee sono giuste , le impone al mondo.

    Nessuno ti impone di abortire "Per forza" se sai che partorirai un figlio malato, viene data la scelta essendo , ripeto, una questione di etica, e perciò soggettiva.

    Topolino (mi firmo come te alla fin fine..)

  17. anonimo
    dicembre 13, 2011

    Libertà di scelta ,libertà d'aborto ?
    Sì ,ma la scelta del figlio ,qual'è?Il figlio vive,se non vivesse,non dovresti intervenire per sopprimerlo.Se egli vive(e che vive è un dato di fatto oggettivo, nemmeno la 194 lo esclude)chi può decidere sulla sua morte?
    Tu ?E questa si chiama etica?Questa si chiama autocastrazione mentale…

  18. todikaion
    dicembre 13, 2011

    All'anonimo del commento 16:
    "l'ideologia non uccide" Ahi quanto è falso, specialmente quando si parla di aborto!

  19. anonimo
    dicembre 13, 2011

    Mettete a dura prova la capacità di una persona di chiudere il discorso con una bestemmia e di sperare nell'invasione vaticana. Detto ciò, se la legge prevesse che quello fosse un omicidio non sarebbe permesso, in quanto in Italia l'omicidio non è permesso.Visto che tu non hai le prove per definirla vita, non puoi chiamarlo così. Secondo c'è stato un referendum popolare dove ha vinto l'illuminazione,per una volta. Terzo, a volte la morte di un bambino è già scritta nel suo DNA , specie se ha delle malattie gravi, come distrofia muscolare e simili, perciò, partendo dal fatto che per me (e la scienza?) quella ancora non è definibile come vita, si tratta di evitare sofferenze alla famiglia e al bambino stesso, DOPO che è nato, per poi morire poco dopo comunque che si tratti di giorni o di un paio di anni. Nella tua domanda sciocca "la scelta del figlio qual'è" , domanda che potresti domandare a ogni tuo goccio di sperma che hai buttato, la risposta è 1)Che quella non essendo (sempre nelle opinioni di prima..) vita, non ha capacità di volontà.2)Che i genitori sono responsabili per lui e possono scegliere.

    Inoltre ci sono i casi di bambine o ragazze violentate e rimaste incinte, e quindi con l'abolizione della legge tu privereste anche loro di quella libertà

    Infine, AMMESSO E NON CONCESSO che l'aborto fosse un omicidio bla bla bla bla , lo stato comunque deve scegliere il male minore, e il male minore è l'aborto legale, visto che quando non era concesso, c'erano molte più morti .E non parlo di quello che voi chiamate morte cioè quelle del bambino, ma parlo delle morti delle madri, che costrette ad abortire illegalmente spesso perivano. Quindi per una vostra fottuta convinzione lo stato non può e non deve permettere questo. Anche in questo caso la VOSTRA ideologia uccideva.

  20. anonimo
    dicembre 13, 2011

    Parli di legge:

     

    Quando sussiste la possibilità di vita autonoma del feto, l'interruzione della gravidanza può essere praticata solo nel caso di cui alla lettera a) dell'articolo 6 e il medico che esegue l'intervento deve adottare ogni misura idonea a salvaguardare la vita del feto.

     

    6. L'interruzione volontaria della gravidanza, dopo i primi novanta giorni, puo’ essere praticata: a) quando la gravidanza o il parto comportino un grave pericolo per la vita della donna; b) quando siano accertati processi patologici, tra cui quelli relativi a rilevanti anomalie o malformazioni del nascituro, che determinino un grave pericolo per la salute fisica o psichica della donna.

  21. anonimo
    dicembre 13, 2011

    al #19
    cito: <<se la legge prevesse che quello fosse un omicidio non sarebbe permesso, in quanto in Italia l'omicidio non è permesso.Visto che tu non hai le prove per definirla vita, non puoi chiamarlo così.>>

    1. Quella del feto e dell' embrione è vita. Lo dice la scienza
    2. Il feto e l' embrione sono esseri umani, lo dice la scienza
    3. Se il feto o l' embrione siano persone è una questione filosofica e ci sono moltissime teorie laiche o teiste al riguardo.

    4. cito di nuovo la mostruosità che ho letto : <<se la legge prev(de)esse che quello fosse un omicidio non sarebbe permesso, in quanto in Italia l'omicidio non è permesso.>>
    Questa è una fallacia legalista con i fiocchi. E' un sofisma. La verità non discende dal fatto che una cosa è considerata come tale per legge. E' un giuspositivismo estremo.
    La legge non considera l' aborto come omicidio perchè lo ha escluso ad hoc da esso, chiamandolo in altro modo. L' aborto è un omicidio legale (se per omicidio si intende uccidere esseri umani). Secondo la tua teoria anche la pena di morte , dove è legale, non sarebbe omicidio.

    Algophagitis-VIII

  22. anonimo
    dicembre 13, 2011

    In primis mi scuso per l'errore evidente di battitura di quel prev[e](de)sse.

    Per le ipotesi 1 e 2 e 3 mi devi per lo meno citare delle fonti, perchè io ho cercato e non ho ancora trovato nessuno che affermi che quella dell'embrione prima dei 90 giorni sia vita.

    Tra l'altro la legge ti spiega chiaramente. Ponendo quel "Quando sussiste la possibilità di vita autonoma del feto" , sta automaticamente escludendo che nel resto dei casi previsti dalla legge , quella dell'embrione non è considerata vita.E infatti rende lecito nei casi di "vita" del feto, l'aborto SOLO per i problemi legati alla salute della donna, questione che tu non affronti affatto tra l'altro.

    La legge non considera l'aborto come omicidio per la spiegazione qui sopra. Cioè se considerasse SEMPRE vita quella dell'embrione, non avrebbero posto la clausola.

    Tutto ciò mi sembra renda chiaro che non essendo dalla legge considerata vita quella dell'embrione e non avendo tu fonti che smentiscono ciò (o non avendole ancora citate) , l'interruzione di gravidanza nei termini della legge è ERRATO chiamarla omicidio.

    Per quanto riguarda la frase sulla pena di morte, si torna al concetto di vita, che , per quanto riguarda i condannati a morte, è scontato, ma per quanto riguarda gli embrioni, no.

  23. anonimo
    dicembre 13, 2011

    P.s. Girovagando

    L'omicidio è un delitto penale, l’uccisione intenzionale di una persona umana. Il codice penale fa precisamente la differenza tra l’embrione e la persona umana invece di assimilarli l’uno all’altra. E’ di conseguenza disonesto qualificare come omicidio l’interruzione di gravidanza chiaramente definita sul piano legale nel quadro della soluzione dei termini. E' inoltre estremamente offensivo essere assimilati a omicida o complici in omicidio per tutte le donne coinvolte, per i loro partner e per i medici.

    La decisione di interrompere una gravidanza non è un atto di aggressione a terzi. E’ l’impossibilità, nel presente e nelle circostanze date, di assumersi le responsabilità della maternità, per ragioni sulle quali si è riflettuto a lungo.

  24. todikaion
    dicembre 13, 2011

    Ma che dici? Se un omicidio è depenalizzato non significa che non sia omocidio, ma appunto che è depenalizzato. tra l'altro se fosse vero quello che dici te non ci sarebbero limiti come ti hanno fatto notare. Comunque sei un buon esempio dei danni culturali di una legge.
    Tra l'altro anche io spero nell'invasione vaticana, dello stato massonico di Monti, però…:-)

  25. anonimo
    dicembre 14, 2011

    Vabbè inutile discutere con te che , tratte delle conclusioni, ritroni al punto di partenza. Ci rinuncio francamente. Per fortuna che c'è un referendum e una sentenza che ha messo in cassaforte l'aborto in quanto difende la vita della donna e che quindi non verrà mai abolito.Altrimenti finisce che per dei mentecatti fomentati anacronistici ci trovavamo la libertà violata. Quando vorrai capire che con la religione non ci curi le malattie, non ci mangi, non ci cresci un figli, non rianimi una madre morta per un figlio che la metteva in pericolo, allora discuteremo. Comunque avete 200 guardie per puzza, la sicurezza ve la garantiamo sempre noi (da bravi parassiti) , non credo che vi potrete permettere un'invasione.

  26. anonimo
    dicembre 14, 2011

    al# 22

    Ancora lo stesso errore. Tu sei completamente immerso nel mondo delle formulazioni giuridiche e perdi di vista la realtà.
    Te lo spiego meglio.

    Tu hai detto:
    <<se la legge prevesse che quello fosse un omicidio non sarebbe permesso, in quanto in Italia l'omicidio non è permesso.>>

      ,parafrasando:
    Se l' aborto fosse omicidio, non sarebbe consentito. Visto che non è omicidio, non è punito (è legale).
    Io ti ho detto che l' aborto è omicidio legale.

    Tu fai riferimento col termine omicidio al *reato di omicidio*, dunque ciò che ti ho detto ti è apparso così: l' aborto è un reato di omicidio legale. Il che è ovviamente una contraddizione.

    Parliamo di omicidio in sè ,non di reato di omicidio (cosa è considerato omicidio da una legge).

    Ti do 3 definizioni
    OMICIDIO: 1. uccidere un essere umano
    2. uccidere una persona
    3. togliere una vita umana

    A parer mio la prima è la meno vaga.

    Un embrione è un essere umano perchè ha il corredo genetico di esso.
    [e banalmente una donna non partorisce cani, ma umani] E' un essere che si sta sviluppando, ma non è un grumo di materia o un animale di altre specie. L' embrione è vita , come un organismo unicellulare è vita, solo chè è vita umana.

    Non è vita autonoma, perchè non è ancora formato. Non è vita autonoma fino a circa 8 mesi.

    SE tu adotti una quarta definizione di omicidio:
    4. togliere una vita umana autonoma
    e magari ci aggiungi anche senza il suo consenso
    sono problemi tuoi

    Algophagitis-VIII

  27. anonimo
    dicembre 14, 2011

    la legge difende la vitza della donna? Ma per favore, almeno si abbi la sincerità di dire che è fatta per la sua "iberta" di sopprimere una vita indesiderata. I casi di pericolo di vita per la madre c'erano già prima, ma statti zitto, che tra l'altro gli aborti clandestini continuano!

  28. anonimo
    dicembre 18, 2011

    Ok,ragazzi.Mi raccomando aiutate a trovare nuovi aderenti per il comitato no 194.Contattate amici,conoscenti,parenti.
    Convincete gli indecisi,rincuorate  gli scoraggiati,esaltate i convinti,fate aderire e diffondete la voce…un' adesione non costa nulla, è una goccia di pioggia in un temporale …da sola non conta nulla,ma goccia dopo goccia vivifica la terra…

    Se andiamo avanti con questo ritmo (poco meno di 3500 adesioni in cento giorni…)tra un paio d'anni siamo pronti al grande evento,alla raccolta di firme per le piazze…non avete voglia di scendere in campo e dimostrare al Mondo Cane che siamo pronti alla battaglia…?!

    Memento audere semper !

    Firmato : Michelangelo Nicora ,uno tra i tanti del comitato no 194

  29. anonimo
    dicembre 18, 2011

    al #27, leggiti la legge, prima di parlare, che c'è scritto chiaramente che la vita della donna è la prima cosa che viene difesa, e anche una sentenza lo ha stabilito. Se ci sono gli aborti clandestini è colpa degli obiettori di coscienza, non dovevano essere permessi dopo la promulgazione della legge, visto che nella medicina e nel suo studio era già contemplata questa pratica. Se ci sono gli aborti clandestini sentitevi ancora più in colpa. Comunque la difesa della vita come fate voi dovrebbe portarvi a non uccidere nulla che sia vivente, cosa che non fate, e quindi voi difendetew la vita umana, di qualcuno. Se riusciste a far abolire la legge, cosa che per fortuna ritengo improbabile, fareste morire una madre per far nascere un figlio che poteva essere fermato dopo 20 giorni, magari.

  30. todikaion
    dicembre 18, 2011

    Per fermato tu intendi ucciso, ovviamente.
    La Legge dice altre cose, che tutela la vita dal suo concepimento, ma neanche tu hai avuto il coraggio di scriverlo tanto è ipocrita.

  31. anonimo
    dicembre 18, 2011

    Da quanto ho potuto capire la legge tutela la vita in generale, ma comunque se la donna rischia la sua per quella di un bambno che ancora non è nato, tutela quella della donna. Per il resto come hai visto, nella legge c'è scritto che "Qualora sussista la vita autonoma del feto" solo per motivi di salute della donna (appunto) è possibile l'aborto. Cmq voi avete le leggi divine , c'è l'inferno , perchè non lasciate il libero arbitrio?

  32. anonimo
    dicembre 19, 2011

    Cit. da #31: <<Cmq voi avete le leggi divine , c'è l'inferno , perchè non lasciate il libero arbitrio?>>

    Appunto abbiamo le leggi divine, dunque:
    1. ANCHE se l' aborto è legale noi non dobbiamo farlo (perchè è contro le leggi divine).

    2.Il libero arbitrio è la libertà (data da Dio) di fare tutto ciò che si vuole, sia il bene che il male, ma non è la licenza (il permesso, l' ammissione che tutto è buono purchè tu lo scelga liberamente). Ovviamente l' inferno è la conseguenza dell' agire sbagliato.

    3.Le leggi divine non ci dicono solo di non peccare, ma anche di lottare contro il male e di fare il bene per il prossimo.
    Non c'è alcuna legge divina che ci dice che dobbiamo rispettare sempre la volontà degli altri e far fare loro ciò che vogliono.
    Dunque dobbiamo lottare affinchè l' aborto non sia praticato (cambiando la legge, rifiutandoci di eseguirlo, convincendo le persone dell' orrore dell' aborto ecc…). Non possiamo stare immobili e indifferenti , così come non possiamo passare avanti come quando (ad esempio)  vedessimo un uomo che sta venendo massacrato per strada. Dobbiamo impedire l' omicidio. La persona che viene fermata dal compiere peccato non è condizionata nel suo libero arbitrio, ma solo nella libertà concreta (materiale). Non possiamo determinare la sua salvezza o dannazione (che è data da Dio), quindi non  intralciamo nè il libero arbitrio nè la giustizia divina ("facendoci noi giudici al posto di Dio", come spesso si dice a sproposito).  E' chiaro che la migliore cosa è che la persona capisse e volontariamente non abortisse.

    Algophagitis-VIII

  33. anonimo
    dicembre 19, 2011

    Dico un' ultima  cosa al #31 (se è lo stesso delle altre discussioni, che affermava che anche se si è contro una legge statale non si è materiamente nè moralmente tenuti ad infrangerla):  ammettiamo di assumere come vero e giusto questo principio. Così però condanni anche tutti i progressisti e quei partiti (come i Radicali) che agiscono contro la legge in vigore mentre portano avanti anche battaglie legali per cambiare la legge . Agiscono esattamente come se la legge fosse sbagliata e loro facessero il giusto. Ad esempio: Pannella spacciatore che distribuisce droga, la serial killer Bonino che pratica aborti illegali, i Radicali e company che praticano l' eutanasia illegalmente, sodomiti che vanno in spagna a comprarsi il bambino (ecc…) . Se sei davvero coerente dovresti ammettere che anche loro sbagliano .

  34. todikaion
    dicembre 19, 2011

    per il 31:
    non ti arrampicare sugli specchi. 
    Cmq voi avete le leggi divine , c'è l'inferno , perchè non lasciate il libero arbitrio?
    Perchè si uccidono creature umani innocenti, basta per muoversi?

  35. anonimo
    dicembre 19, 2011

    Ahaha tante risposte per una piccola provocazione. E comunque questa difesa della giustizia e delle leggi divine non la usate contro preti pedofili, o contro preti evasori, lì ci penserà Dio, e guai se noi uomini facciamo qualcosa! Ma per favore !? Certo che dico che quelli sbagliano (al #33), ovvio! Io come ho detto, ritengo opportuno combattere leggi ingiuste (opinabile) , ma sembre con metodi legali, previsti dalla legge stessa.Per quanto riguarda l'eutanasia non sono documentato ma credo due cose:

    1)Ognuno ha il diritto di non ricevere cure, quindi se è ancora cosciente e capace di intendere e di volere, non vedo perchè non può rifiutare le sue cure.

    2)E' curioso vedere come voi difendiate la natura, la vita , non rendendovi conto che un malato terminale è tenuto in """""""""vita"""""""""" da delle macchine spesso, il dibo gli viene dato artificialmente, e se fossimo "naturali" quello stesso paziente morirebbe in poche ore. Dunque come sempre , vita naturale, a volte, vita artificiale altre, sempre fermi restando che se quella di Welby ad esempio fosse vita, allora non voglio vivere.

    Per quanto riguarda la Bonino serial killer, le consiglio di controllare le sue affermazioni, perchè non credo che lei possa calunniare così le persone. Comunque non conosco il caso, quindi non mi posso pronunciare.

  36. anonimo
    dicembre 19, 2011

    Al #35. I preti pedofili vanno contro le leggi divine sempre perchè infrangono : 1. danneggiano i bambini (il prossimo, che in più è debole)
    2. praticano atti contro natura 3. praticano adulterio 4. infrangono il voto di castità 5. danneggiano la Chiesa. Quindi è giusto che paghino davanti alla chiesa , a Dio e anche allo stato (visto che ciò che fanno non rientra nel servire Dio e rientra nell' ambito di giudizio anche delle leggi terrene).

    Citazione:<<Certo che dico che quelli sbagliano (al #33), ovvio! Io come ho detto, ritengo opportuno combattere leggi ingiuste (opinabile) , ma sembre con metodi legali, previsti dalla legge stessa.>>
    Almeno sei coerente.

    Citazione: "Per quanto riguarda la Bonino serial killer, le consiglio di controllare le sue affermazioni, perchè non credo che lei possa calunniare così le persone. "
    Chiamare la Bonino serial killer non è una calunnia , ma una affermazione veritiera. Negli anni 70' prima che diventasse legale l' aborto ha praticato svariati aborti illegali (10000 alcuni riportano) con metodi grossolani (pompa di bicicletta) e se ne è vantata e lo  ha ammesso pubblicamente.
    Ora, i serial killer uccidono umani in serie spesso usando lo stesso metodo, quindi non è sbagliato chiamare così la persona in questione.
    Anche Militia Christi ad esempio non ha fatto altro che dire la verità sul caso Welby, ma spesso verità e verità per legge non sono la stessa cosa.

  37. todikaion
    dicembre 20, 2011

    per il 35:
    Il cibo viene dato artificialmente a tutti allora, soprattutto quando si è piccoli che veniamo imboccati, anche a te se ti levo da mangiare e da bere muori in poche ore, vogliamo fare la prova?
    Riguardo i serial killer:
    è vero quello che ha fatto la Bonino e ci sono anche foto che la ritraggono praticare aborti. Lo ha fatto in serie per esasperare l'opinione pubblica; datemi la legge o continuo così era il ricatto sottostante.
    Ci sono delle infermiere chiamate "angeli della morte" ritenute serial killer che uccidono i malati terminali per alleviare le loro sofferenze. Sono crimini intuibilmente difficilmente rintracciabili.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Angelo_della_morte_(serial_killer)

  38. todikaion
    dicembre 20, 2011

    Sono in partenza, al prossimo anno, auguri a tutti di Buon Natale di N.S.G.C.

  39. anonimo
    dicembre 20, 2011

    http://it.paperblog.com/l-arcivescovo-di-granada-se-la-donna-abortisce-l-uomo-puo-abusare-di-questa-543133/

    ecco cosa i vostri ministri pensano riguardo all'aborto…
    badate bene a non farvi abbindolare da tutto quello che vi dicono in chiesa; archivescovi, preti, lo stesso papa, possono avere le loro opinioni ma prima di tutto se non sono conformi alle ideologie cristiane (non penso che sulla bibbia ci sia scritto che avete il permesso di stuprare una donna perchè rinuncia a suo figlio) non andrebbero pronunciate in un ambiente come la chiesa e secondo, dal momento che vanno contro la decenza umana, vi consiglio vivamente di prendere le distanze da tutto ciò.

  40. anonimo
    dicembre 23, 2011

    Ok, la Bonino ha sbagliato. Io a differenza vostra non ho difficoltà ad ammettere gli errori di persone più o meno vicine alle mie idee.Voi vi ostinate a difendere una chiesa criminale…Detto ciò, il cibo artificialmente vuol dire che in tua incoscienza vieni nutrito , questo intendo. E poi, la respirazione artificiale come la metti? Naturale anche quella?

    P.s. I preti vanno voto di celibato, non di castità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il marzo 15, 2011 da in Senza categoria con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: