Circolo Giovanile San Luigi IX

Circolo del Movimento politico cattolico Militia Christi

Comincia la campagna “Fermiamo la strage di cristiani in Egitto”, aderisci e firma!

In relazione alla tragica strage perpetrata contro i cristiani in Egitto, il Movimento Politico Cattolico Militia Christi chiede che il governo egiziano:
– assicuri alla giustizia i responsabili dell'orrendo massacro.
-si impegni concretamente in un'efficace azione di smantellamento di tutte le strutture che in qualunque modo fomentino, fiancheggino, promuovano e cooperino a qualsiasi forma di terrorismo, cominciando da quello islamico.
-tuteli fattivamente i diritti umani naturali ed in modo particolare quellu delle comunità cristiane.
 
Di conseguenza, finchè il governo egiziano non dia publliche e fondate garanzie di ottemperare quanto sopra, Militia Christi indice, a partire da oggi una campagna di boicottaggio del turismo in Egitto.
Pertanto si invitano tutti a far pervenire la propria adesione al nostro Movimento.

Di seguito il link: http://www.militiachristi.it/Egitto.htm
      
 

 

8 commenti su “Comincia la campagna “Fermiamo la strage di cristiani in Egitto”, aderisci e firma!

  1. anonimo
    febbraio 4, 2011

    Alla luce del dopo non appare un po'  insensata questa richiesta?

    Un saluto. Daouda

  2. todikaion
    febbraio 6, 2011

    Proprio no, anzi mai come ora sono ancora più in pericolo i cristiani fatti oggetto pure di atti di sciacallaggio. E il prossimo governo dovrà assolutamente garantire per la sicurezza dei cristiani.

  3. anonimo
    febbraio 7, 2011

    Sì Armà solo che mi sembra evidente che si sia cercato lo scontro religioso per dare una piega divesa, e ringraziando Dio non riuscita , alla rivolta giù in Egitto.
    Se ci siamo indignati oggi, e non tempo addietro , è perché oggi è successo qualcosa di abnorme che però non mi sembra abbia molto a che fare con l'anti-cristianesimo in sé.

    Ciao a tutti. Daouda/Davide

  4. todikaion
    febbraio 7, 2011

    Ma ti riferisci all'attentato o alla rivolta?
    Nel primo caso è evidente l'intento anti-cristiano in sè, nel secondo però non è detto che sia effetto collaterale (vedi saccheggi mirati) o non possa in futuro creare condizioni peggiori di convivenza.
    Ciao e firma…;-)
    Armando

  5. anonimo
    febbraio 10, 2011

    Scusa eh , ma se io scrivo che quell'attentato è stato fatto per cercare di depistare ed incanalare il malcontento verso una guerra civile di tipo religioso non è che nego che ci siano atteggiamenti discriminatori contro i cristiani, nego semmai che quell'attentato è stato fatto per perseguitare i cristiani e contro i cristiani in sé quando invece si aveva un obiettivo ben preciso dietro.

    Per quanto riguarda i saccheggi quelli sono un accidente della situazione incasinata e non è che i musulmani non ne siano colpiti, o no?

    Comunque sia mi spaice molto di non essere potuto venire ma sono stato tutto il giorno "relegato" a letto.

    Un saluto a tutti. Daouda / Davide

  6. todikaion
    febbraio 13, 2011

    Non ne sapevo nulla di questa interpretazione dell'attentato come causa scatenante dei disordini. Ipotesi curiosa dove l'hai sentita?
    Armando

  7. anonimo
    marzo 1, 2011

    L'esercito egiziano( o para-statunitense se vogliamo ) ha distrutto un monastero copto da qualche giorno…

    http://shaphiro.splinder.com/

    saluti.

    Daouda

  8. anonimo
    marzo 9, 2011

    Come volevasi dimostrare;

    IL CAIRO (Reuters) – Dieci persone sono morte nelle violenze tra cristiani e musulmani registrate ieri al Cairo, come ha riferito oggi il ministero della Salute, mentre le tensioni religiose che sembravano essersi allentate con la rivoluzione sono riemerse.

    Le violenze registrata nella notte al Cairo sono le più gravi di natura religiosa da quando il presidente Hosni Mubarak ha lasciato il potere l'11 febbraio in seguito a una rivolta caratterizzata dall'unione tra cristiani e musulmani.

    Non è chiaro quante delle vittime siano cristiane e quante musulmane. Le violenze sono iniziate dopo una protesta dei cristiani per un incendio doloso a una chiesa a Helwan, a sud del Cairo.

    Il ministero della Salute ha detto che 110 persone sono rimaste ferite, riferisce l'agenzia stampa di stato.

    Sono state lanciate molotov e pietre, dicono i testimoni. Almeno una delle vittime era un cristiano colpito alla schiena da un proiettile, ma non è chiaro chi gli abbia sparato. A un certo punto l'esercito ha sparato in aria per disperdere la folla.

    I cristiani copti rappresentano circa il 10% della popolazione dell'Egitto, che conta 80 milioni di abitanti.

    Armando

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il gennaio 7, 2011 da in Senza categoria con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: